• Google+
  • Commenta
6 novembre 2015

Assunzioni Scuola Fase C concorso a cattedra 2015

Assunzioni Scuola

Ecco le ultime notizie sulle assunzioni scuola: il 10 novembre scatta la fase C, news sul provvedimento della Buona Scuola di Renzi sul concorso a cattedra 2015

Assunzioni Scuola

Assunzioni Scuola

Le modalità della Fase C non sono ancora molto chiare, ma per le ultime immissioni in ruolo sono già state diffuse date e scadenze per le assunzioni scuola di novembre 2015.

La data stabilita dal Miur per inviare la proposta di nomina è il 10 novembre: a partire dalle ore 16,00 su Istanze Online sarà possibile controllare se si è ricevuta la proposta di ruolo.

Per le assunzioni docenti nella scuola le ultime notizie ribadiscono che si è arrivati ormai alla Fase C, atto conclusivo della Buona Scuola messo in moto per il potenziamento dell’offerta formativa.

Come si evince dalla Legge 107/2015 i posti a livello nazionale sono 55.258, divisi tra scuola primaria, secondaria di primo grado, secondaria di secondo grado e posti di potenziamento del sostegno.

In particolare per la regione Lombardia, con la Fase C saranno assegnati 7.008 posti, in Campania i posti disponibili sono 5.314, in Piemonte 3.244 mentre in Sicilia saranno 4.394. Le immissioni in ruolo riguarderanno 3.375 insegnanti dell’Emilia Romagna, 4.412 del Lazio, 3.569 docenti saranno chiamati ad insegnare in Puglia e 2.937 saranno distribuiti tra le province della Toscana.

Nel Veneto gli insegnanti interessati dalla Fase C delle assunzioni della scuola sono 3.803, in Abruzzo 1.232, in Calabria 1.232 mentre nel Friuli Venezia Giulia riceveranno la proposta di nomina 1.114 docenti. In Liguria le immissioni in ruolo interesseranno 1.320 insegnanti, nelle Marche il numero sale a 1.413, in Sardegna sono 1.514 i posti messi a disposizione dal Miur mentre in Basilicata 767. Infine nel Molise saranno inviate 535 proposte di nomina, in Umbria il numero sale a 962 .

In totale i posti di potenziamento da assegnare in questa fase del concorso scuola sono 48.812, ai quali vanno ad aggiungersi 6.446 posti per il sostegno.

Assunzioni Scuola, Fase C: chi partecipa, modalità e scadenze concorso a cattedra

Alla Fase C partecipano coloro i quali sono insegnanti non di ruolo iscritti a pieno titolo nelle graduatorie ad esaurimento e nelle graduatorie del concorso 2012 che non hanno avuto una proposta di nomina nelle fasi precedenti.

Per verificare se si è ricevuta la proposta di nomina per l’assunzione a tempo indeterminato è necessario verificare il proprio account su Istanze Online.

Anche in questa fase finale delle assunzioni scuola si hanno a disposizione pochi giorni per decidere se accettare o meno di andare ad insegnare nella provincia assegnata. Per l’esattezza i giorni di tempo sono 10, ed il Miur inizierà a comunicare le immissioni in ruolo 2015 a partire dalle ore 16,00 del 10 Novembre.

Il docente che riceve una proposta di nomina in questa nuova fase del concorso a cattedra sarà chiamato nella prima provincia nella quale ci sono posti liberi per la sua classe di concorso.

Durante la precedente fase il Miur ha inoltrato 8776 proposte di assunzione, e ad accettare l’immissione in ruolo nella fase B del piano straordinario di assunzioni previsto dalla legge 107 sono stati 8525 i docenti.

Le polemiche di Anief e sindacati per le assunzioni scuola

Tra le ultime notizie emerge che i criteri adoperati per l’assegnazione dei posti durante la fase conclusiva del piano di assunzioni sono ancora fortemente criticati da Anief e dai sindacati. Affidare ad un algoritmo non meglio precisato la distribuzione del corpo docenti sull’intero territorio nazionale crea numerosi disagi, e Marcello Pacifico ed il sindacato Flc-Cgil hanno espressamente chiesto che le modalità in cui saranno svolte le assunzioni scuola garantiscano la massima trasparenza delle operazioni.

La richiesta è stata sottolineata anche perché circa 10mila assunzioni sulle prime 48mila della riforma sono già sfumate, la maggior parte delle quali nella fase B, per mancanza di candidati nelle GaE e nelle graduatorie di merito. Gli insegnanti rischiano di dover occupare ruoli non propriamente adatti a quella che è la loro competenza circa l’insegnamento.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy