• Google+
  • Commenta
25 novembre 2015

Concorso magistratura bando 2016 per 350 magistrati: date e requisiti

Preparazione concorso magistratura
Concorso magistratura bando 2016

Concorso magistratura bando 2016

Il Ministero della Giustizia ha bandito il nuovo concorso magistratura.

Ecco le ultime novità sull’ultimo bando 2016 per 350 magistrati, date, requisiti e informazioni utili dei forum.

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 90 – 4a serie speciale – concorsi ed esami, è stato pubblicato il bando del concorso magistratura 2016.

Tra requisiti non vi è più il limite d’età, ed i candidati che ambiscono ad ottenere uno dei 350 posti di magistrato ordinario hanno già iniziato a scambiarsi consigli sui libri e testi all’interno dei forum dedicati.

Sono impazienti di conoscere le date e nuove news i candidati che hanno già presentato la domanda per partecipare al concorso magistratura 2016. Al momento non si conoscono novità in merito alle prove o sul numero dei partecipanti.

Il bando ufficiale, infatti, contiene le informazioni utili per partecipare al concorso, come i requisiti e le modalità di presentazione della domanda di partecipazione e prove concorsuali.

Infatti solo con successivi decreti del Ministro della giustizia saranno determinati il luogo ed il calendario di svolgimento della prova scritta.

Al momento è possibile solo ipotizzare le date delle prove per il concorso per diventare magistrati, che dovrebbero coincidere con l’ultima settimana di giugno 2016 o la prima settimana di luglio 2016.

Per le prove orali, invece, bisognerà attendere maggio 2017: una lunga attesa per gli aspiranti magistrati prima di conoscere la graduatoria con l’elenco dei nomi ammessi all’orale.

La prima data da fissare è quella relativa alla scadenza del bando: infatti per presentare domanda c’è tempo fino al 21 dicembre 2015. Vediamo quali sono i requisiti per essere ammessi al concorso, le modalità per l’invio della domanda telematica di partecipazione ed i particolari in merito alle prove scritte.

Ecco alcuni consigli per Come si scrive il tema. Raccolta di temi esaminati e valutati alla luce dei criteri generalmente seguiti dalle commissioni di concorso in magistratura.

Concorso magistratura bando 2016: requisiti per l’accesso e come fare domanda

Per diventare magistrato ordinario bisogna partecipare ad una selezione piuttosto serrata che avviene per mezzo di un concorso pubblico per esami. Ogni anno un numero sempre crescente di partecipanti si presenta alla selezione, ma per ottenere uno dei posti disponibili è necessario avere un’ottima preparazione, ed ottenere un buon punteggio alle prove del concorso magistratura.

Il 20 novembre è stato indetto il concorso magistratura 2015/2016 attraverso il quale saranno assegnati 350 posti di magistrato ordinario.

Possono inviare la propria candidatura e partecipare alla selezione i magistrati amministrativi e contabili, procuratori dello Stato, dipendenti statali con qualifiche dirigenziali, docenti universitari di materie giuridiche, dipendenti della pubblica amministrazione e degli enti pubblici, avvocati, laureati in giurisprudenza e tutti coloro i quali hanno svolto le funzioni di magistrato onorario (giudice di pace, giudice onorario di tribunale, vice procuratore onorario, giudice onorario aggregato) per almeno sei anni senza demerito.

Non possono partecipare al concorso magistratura 2016 chi non è in possesso dei requisiti elencati nell’art. 2 del bando, chi è stato dichiarato non idoneo in tre concorsi per l’ammissione in magistratura. Non sono ammessi a partecipare al concorso per magistrato ordinario anche i candidati che non sono in regola con il pagamento del diritto di segreteria. Infatti i candidati per poter partecipare alla procedura concorsuale devono essere in regola con il pagamento del diritto di segreteria, pari a € 50.

Concorso magistratura bando 2016: iscrizione e informazioni utili

Per partecipare al nuovo concorso magistratura, ciascun candidato deve registrarsi sul sito del Ministero della Giustizia, inserendo le credenziali di autenticazione richieste dal bando (codice fiscale, posta elettronica nominativa, password o codice di sicurezza).

Una volta completata la registrazione, il candidato dovrà:

  • compilare ed inviare il form di domanda.
  • Una volta ricevuta la notifica, il candidato dovrà salvare e stampare la domanda di partecipazione, poi firmare e scansionarla in formato PDF unitamente a copia del documento di riconoscimento. Poi bisognerà inviare la documentazione attraverso upload / caricamento del file sul sito.

Verrà così inviata al candidato un’e-mail con cui si notifica la presa in carico della domanda, contenente anche il file in formato pdf “codice identificativo”. Quest’ultimo documento deve essere salvato, stampato e conservato, nonché esibito per poter partecipare alle prove scritte.

Nel caso dovessero esserci problemi con la procedura di iscrizione al concorso di magistratura e saranno effettuati più invii, l’Ufficio valuterà l’ultima domanda trasmessa.

Prove scritte concorso magistratura bando 2016: materie e argomenti

All’interno del bando è disciplinata anche la procedura per mezzo della quale saranno effettuate le prove concorsuali. Il concorso per esami consiste in una prova scritta, effettuata con le procedure di cui all’articolo 8 del regio decreto 15 ottobre 1925, n. 1860, e successive modificazioni, e in una prova orale. Nel bando sono contenuti tutti i dettagli in merito agli argomenti e alle materie da studiare per superare le prove scritte. La prova scritta consiste nello svolgimento di tre elaborati teorici vertenti su:

  • diritto civile;
  • diritto penale;
  • diritto amministrativo.

Per lo svolgimento di ciascun elaborato teorico i candidati hanno a disposizione otto ore dalla dettatura della traccia.

Concorso magistratura bando 2016

Concorso magistratura bando 2016

CONSIGLI Concorso magistratura bando 2016

La prova orale del nuovo concorso magistratura verte su: diritto civile ed elementi fondamentali di diritto:

romano; procedura civile; diritto penale; procedura penale; diritto amministrativo, costituzionale e tributario; diritto commerciale e fallimentare; diritto del lavoro e della previdenza sociale; diritto comunitario; diritto internazionale pubblico e privato;

E ancora elementi di informatica giuridica e di ordinamento giudiziario; colloquio su una lingua straniera scelta fra le seguenti: inglese, francese, spagnolo e tedesco.

Di seguito l’intervista al giudice Dott. Franco De Stefano, Consigliere della Corte di Cassazione e Direttore del Centro Studi di Diritto Processuale Civile Nesos, e i consigli per prepararsi in vista delle prove del concorso per magistrati.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy