• Google+
  • Commenta
13 novembre 2015

Esame Avvocato: tracce anni precedenti e quali prove nel 2015-2016

Nomi ammessi all’orale esame avvocato 2014-2015

Ultime notizie esame avvocato che ogni ogni anno si tiene nelle date del 15, 16 e 17 dicembre: ecco le tracce degli anni precedenti e quali prove studiare per il 2015-2016

Esame Avvocato 2015-2016

Esame Avvocato 2015-2016

Le prove scritte degli esami avvocato 2015 saranno svolte nei giorni 15, 16 e 17 dicembre: ecco cosa studiare e ripetere per redigere correttamente il parere civile, penale e l’atto giudiziario.

L’esame avvocato 2015 sarà tra gli ultimi esami ad essere svolti senza le novità che interesseranno la prossima riforma forense a partire dal 2017.

Per quest’anno valgono le regole finora osservate e gli aspiranti avvocati continuano a studiare e ripetere gli argomenti che ritengono più quotati per gli gli esami avvocato 2015/2015.

Gli esami avvocato a Bari, Potenza, Roma, L’Aquila, come per le corti di appello di Bologna, Brescia, Torino, Reggio  Calabria prevederà tre tracce per le prove scritte che si terranno martedì 15, mercoledì 16 e giovedì 17 dicembre. 

Allo stesso modo sarà verificata la preparazione delle aspiranti toghe che sosterranno gli esami avvocato 2015-2016 a Messina, Firenze,  Venezia, Genova, Salerno, Cagliari, Caltanissetta:  le prove scritte stabilite dal Ministero della Giustizia determineranno l’ammissione all’orale, che è la fase successiva.

L’esame di avvocato è difficile? risultati confermerebbero di si, visto che molto spesso sono sufficienti e positivi solo nella metà dei casi. E’ già successo nelle ultime prove per le correzioni avvenute nelle restanti Corti d’Appello di Ancona, Milano, Napoli, Palermo, Perugia e Trieste, certo è che ogni anno sono in molti a voler svolgere gli esami avv. all’estero come in Romania o Spagna. 

Anche quest’anno i giorni che precedono le prove scritte degli esami avvocato sono caratterizzati da stress e tensione per i tanti laureati in Giurisprudenza che a breve saranno chiamati a misurarsi con la redazione dei pareri civili e penali, nonché degli atti giudiziari. Ma come si scrive un parere civile o penale?

Lo studio e la preparazione che precedono gli esami forensi sono generalmente indirizzati verso la lettura e la rielaborazione delle tracce esame d’avvocato anni precedenti, al fine di poter mettere alla prova quella che è la propria capacità espositiva e verificare in materia autonoma errori frequenti e lacune di tipo giurisprudenziale. In molti seguono corsi di preparazione per gli esami di abilitazione della pratica forense, altri, invece, cercano in maniera autonoma di curare al meglio la propria preparazione attraverso testi specifici e studi mirati che consentano di ottenere l’iscrizione all’Albo come disciplinato dal CNF.

Ciascun candidato in questo modo potrà verificare cosa studiare per gli esami avvocato 2015, e attraverso lo studio dei manuali universitari, potrà ripetere o approfondire gli argomenti ritenuti più probabili per le tracce di quest’anno. Come da tradizione alcune settimane prime inizia il “toto tracce”, che molto spesso propone tra gli argomenti probabili alcune delle cause risolte nell’ultimo mese, alcune addirittura nei giorni precedenti alla prova. Spesso gli argomenti proposti non entrano nello specifico ma restano sul generico, e ciò potrebbe essere un’arma a doppio taglio. E’ necessaria dunque un’elevata concentrazione durante lo svolgimento per non commettere errori.

Per poter avere una preparazione quanto più completa possibile, è utile studiare anche su testi specifici come un Manuale Di Preparazione All’esame Di Avvocato 2015.

Lo scopo è quello di arrivare pronti alle prove scritte con una conoscenza piuttosto approfondita dell’argomento proposto nelle tracce d’esame, uno studio che risulta evidente anche nella padronanza espositiva.

Esame Avvocato 2015: consigli per studio e preparazione delle prove scritte

Il rinvio dell’articolo 49 della riforma forense consentirà l’utilizzo anche quest’anno dei I codici civile e penale. Per l’esame di avvocato i codici posso essere anche commentati durante lo svolgimento delle prove scritte. Per superare le prove scritte degli esami di Stato per diventare avvocati è necessario integrare al tradizionale studio dei testi universitari, anche alcune la redazione pratica di pareri per esercitarsi con la scrittura e l’esposizione, come avviene durante le Scuole di Specializzazione o verso Professionisti che tangono corsi di preparazione per gli esami avvocato.

La redazione del parere di diritto civile rappresenta la prima prova in ordine di tempo che il candidato deve affrontare; per questo il candidato, dopo un’attenta analisi dei fatti, deve preoccuparsi soprattutto di inquadrare correttamente gli istituti giuridici che si riferiscono al caso in esame, approfondendone aspetti ed effetti.

Ma come si scrive un parere civile? Per evitare errori al concorso per avvocato 2015 durante la redazione di un parere civile è necessario ricordare semplici regole che eviteranno di commettere sbagli comuni, molto spesso evidenziati nelle prove svolte anni precedenti.

Come scrivere un parere civile e penale all’esame avvocato 2015

L’esposizione curata e formale dell’elaborato è necessaria per evitare errori grammaticali, molto comuni stando a quanto dichiarato da numerosi membri facenti parte delle Commissioni d’esame di avvocato.

Per scrivere un buon parere agli esami avvocato 2015 è necessario dimostrare di avere la capacità concreta di risoluzione dei problemi giuridici esposti nelle tracce delle prove scritte, nonché una buona conoscenza dei fondamenti teorici degli istituti giuridici proposti nel parere civile e penale.

Il candidato deve innanzitutto sapere che il parere non è un atto in cui vanno soltanto contestate le ragioni della controparte. Le tecniche di persuasione sono rilevanti solo ai fini della valutazione dell’ultima prova.

Il parere deve essere una esposizione delle ragioni che stanno alle spalle degli orientamenti contrastanti, attraverso cui il candidato indica qual è la via migliore per la soluzione del problema.

I consigli per superare le prove scritte all’esame avvocato 2015

Per poter scrivere un parere in maniera corretta, uno dei consigli principali è quello di esercitarsi molto durante lo studio e la preparazione per lo svolgimento delle tracce dell’esame d’avvocato.

Tracce anni precedenti

Tracce anni precedenti

Scrivere una scaletta prima di iniziare la redazione del parere civile o penale, o nel caso della redazione dell’atto giudiziario, potrebbe rivelarsi particolarmente utile per non perdere il filo del ragionamento, come pure studiare lo svolgimento delle prove scritte degli anni precedenti aiuta ad verificare al meglio la propria preparazione e imparare ad utilizzare al meglio il tempo a propria disposizione, che ricordiamo è di 7 ore. Scarica di seguito >>>

Traccia svolgimento atti giudiziari diritto penale

Traccia svolgimento atti giudiziari amministrativo

Traccia svolgimento atti giudiziari diritto civile

Traccia svolgimento parere penale

Traccia svolgimento parere civile


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy