• Google+
  • Commenta
2 novembre 2015

Esame Avvocato: tracce e pareri svolti, prove scritte e orale 2016

Possibili tracce esami avvocato 2015

Ultime news esame avvocato 2015/2016: tracce e pareri svolti degli anni passati, statistiche dei risultati, date delle prove scritte e i consigli sull’esame di avvocato 2016

Esame Avvocato 2015-2016

Esame Avvocato 2015-2016

Si avvicinano le date delle prove scritte degli esami avvocato dicembre 2015: ecco quali scadenze ricordare e come prepararsi per superare gli scritti e orali per diventare avvocati ed esercitare la professione forense!

A dicembre si terranno le prove scritte dell’esame avvocato: a quasi un mese dalla data stabilita nel bando ufficiale, i candidati continuano la loro preparazione in vista degli scritti.

Come da bando ufficiale, pubblicato in Gazzetta Ufficiale 4ª Serie Speciale dell’8 settembre 2015, anche per l’anno 2015 è stata indetta una sessione di esami per l’iscrizione negli albi degli Avvocati presso le sedi di Corti di Appello di Catania, Catanzaro, Lecce, Trento, Campobasso: le modalità dello svolgimento restano invariate rispetto alle precedenti sessioni.

Le Corti di Appello di Bari, Firenze, Genova, L’Aquila, Bologna, Brescia, Torino, Venezia presto saranno alle prese con le correzioni delle tre prove scritte esami avvocato, che si terranno martedì 15, mercoledì 16 e giovedì 17 dicembre: poi si passerà alla fase orale per le cui date si dovrà attendere il prossimo anno, sia per il pre-appello che per l’appello.

Le Corti d’Appello di Messina, Potenza, Reggio Calabria, Roma, Salerno, Cagliari, Caltanissetta misureranno agli esami avvocato il grado di preparazione degli aspiranti avvocati con le prove scritte stabilite dal Ministero della Giustizia.

Anche quest’anno ci sarà grande attenzione per i risultati, che molto spesso sono sufficienti e positivi solo nella metà dei casi, come è già successo nelle ultime prove per le correzioni avvenute nelle restanti Corti d’Appello di Ancona, Milano, Napoli, Palermo, Perugia e Trieste.

La riforma esami avvocato è stata rimandata nuovamente e così, almeno per quest’anno, non sono state introdotte significative novità.

Una delle tappe più dure da affrontare per gli aspiranti avvocati è sicuramente l’esame di Stato per ottenere l’abilitazione all’esercizio della professione forense.

Dopo 18 mesi di praticantato, un altro sforzo è richiesto ai laureati in giurisprudenza per dimostrare le proprie capacità anche nel mondo del lavoro. Un iter difficile, troppo lungo, e che pone un ulteriore limite alla realizzazioni delle proprie ambizioni professionali quando ormai si è nella fase conclusiva della propria preparazione.

Vediamo quali sono le principali novità degli esami avvocato di quest’anno, come prepararsi alle prove scritte anche grazie a un Manuale Di Preparazione All’esame Di Avvocato 2015, e quali sono i consigli per superare con successo le fasi che conducono all’abilitazione per intraprendere la carriera forense.

Esame avvocato 2015-2016: come prepararsi alle prove scritte, tracce e pareri motivati

statistiche percentuali esami di avvocato anni precedenti <<< clicca e scarica

Ricordiamo fin da subito che le domande per partecipare all’esame d’avvocato 2016 dovranno essere inoltrate (esclusivamente per via telematica) entro l’11 novembre 2015. Il sistema di ricezione delle domande prevede la registrazione al sito internet del Ministero della Giustizia, alla voce “Strumenti/Concorsi, esami, assunzioni“.

Per prepararsi al meglio in vista delle tre prove scritte, un primo consiglio è quello di esercitarsi con le prove scritte esami avvocato anni precedenti: in questo modo si potrà mettere alla prova la propria preparazione e prendere dimestichezza con la struttura ed i tempi da rispettare in sede d’esami.

La struttura delle prove scritte è la seguente: tre prove da svolgere sui temi formulati dal Ministero della Giustizia in tre giorni consecutivi ed hanno durata di 7 ore ciascuna.

Le prove dell’esame forense hanno per oggetto:

  • redazione parere motivato da scegliersi tra due questioni in materia regolata dal cod. civile;
  • redazione parere motivato da scegliersi tra due questioni in materia regolata dal cod. penale;
  • redazione di un atto giudiziario che verifichi conoscenze di diritto sostanziale e processuale, su un quesito proposto, in materia scelta dal candidato tra diritto privato, diritto penale e diritto amministrativo.

Come superare prove scritte esame avvocato 2015: clicca e scarica

Per lo svolgimento dei pareri dell’esame di avvocato 2015/2016, i candidati hanno facoltà di scegliere tra due tracce: una di parte generale e l’altra di parte speciale. Nel primo caso, i pareri si concretizzeranno nello sforzo argomentativo di sostenere la tesi più favorevole all’ipotetico assistito, anche se minoritaria o risalente in giurisprudenza. Nel secondo caso, invece, si tratterà di redigere dei pareri esame avvocato “pro veritate”, forniti, cioè, non nell’interesse esclusivo del cliente, bensì nell’interesse equidistante della verità .

Uno dei consigli più utili per esercitarsi per l’esame di avvocato e arrivare preparati alle prove scritte, è quello di tenere presenti le tracce degli anni precedenti e mettere alla prova, in questo modo la propria preparazione.

La scelta delle tracce è uno dei momenti cruciali, capace di influire anche in maniera determinante sul buon esito dell’esame. Poi un’altra fase decisiva è quella relativa alla lettura approfondita della traccia prescelta: una fase anch’essa molto delicata, che presuppone una buona conoscenza della fattispecie oggetto della traccia scelta.

La redazione dei pareri deve essere fatta con un registro scorrevole e fruibile nelle sue articolazioni strutturali della soluzione giuridica di un caso concreto.

Schema di redazione pareri per gli esami avvocato

Nella produzione dei pareri è buona prassi darsi una scaletta chiara ed organica. Nella fase di studio delle tracce, si definisce il fatto giuridico portante e gli elementi accessori che integrano il quadro. Normalmente è la stessa traccia ad indicare espressamente la tematica generale da esaminare tramite la richiesta di “ premessi sommari cenni in tema di …” o “premessi cenni”. Tale premessa consiste in un riassunto della vicenda mediante cui il candidato rielabora personalmente gli elementi contenuti nella traccia che intende valorizzare.

Si inizia così con una breve introduzione in cui si individuano le questioni principali da affrontare nelle prove scritta esame avvocato, poi si “inquadrano” gli istituti rilevanti, facendo riferimento alla giurisprudenza esistente sull’argomento, descrivendo brevemente la disciplina e arrivando rapidamente alla questione principale.

Mai introdurre nella traccia elementi fantasiosi o circostanze non espressamente contemplate, ma è opportuno attenersi esclusivamente a quanto richiesto dalla traccia.

L’analisi dell’evoluzione giurisprudenziale esami avvocato prevede:

  • esposizione della tesi giurisprudenziale maggioritaria;
  • ricerca ed esplicitazione dei fondamenti sottesi anche alla luce,
  • esposizione della tesi giurisprudenziale minoritaria o isolata;
  • esposizione della tesi preferibile avendo particolare riguardo all’eventuale soluzione proposta dalla Corte di Cassazione a Sezioni Unite.
  • sulla base dei codici, descrivere gli orientamenti giurisprudenziali e tendenze dottrinali;
  • si approfondisce la parte “motivazionale”, in cui si illustra la risoluzione della questione.
  • si chiude con brevissima conclusione in cui il candidato rassegna le motivazioni

© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy