• Google+
  • Commenta
2 novembre 2015

Riforma pensioni: novità di Boeri ottava salvaguardia e flessibilità

Boeri sulla riforma pensioni

Ultime notizie sulla riforma pensioni: novità di Tito Boeri che incalza su tagli ai vitalizi e pensione anticipata, ecco le ultime dichiarazioni sull’ ottava salvaguardia e flessibilità

Boeri sulla riforma pensioni

Boeri sulla riforma pensioni

Sono molte le novità da introdurre nella riforma pensioni per soddisfare le aspettative di Tito Boeri, che fa da tempo pressione al Governo, stando alle ultime notizie.

Arriva la replica immediata di Damiano, che difende settima salvaguarda, opzione donna e sottolinea anche le colpe dell’Inps per il rallentamento dell’introduzione di maggiore flessibilità.

Mentre per Baretta È un errore pensare che sia necessaria una nuova riforma delle pensioni”.

Nel corso di un’intervista televisiva del programma di Lucia Annuziata, Tito Boeri, Presidente dell’Inps, ha espresso le su perplessità in merito agli interventi del Governo nella Legge di Stabilità sul tema previdenziale. Le ultime notizie sulle pensioni confermano delle perplessità che erano già state esposte in precedenza da Boeri, nel corso della presentazione del bilancio sociale dell’Inps.

Le novità da introdurre nella prossima riforma della pensione, e che all’oggi non sono state ancora considerate, riguarderebbero tagli ai vitalizi dei politici fino al 50%, ma anche maggiore flessibilità in uscita al posto di un’ ottava salvaguardia per esodati.

Arriva immediata la risposta di chi, in passato, aveva presentato proposte di legge che consentissero di ottenere una pensione anticipata con tagli progressivi dell’assegno pensionistico: Cesare Damiano e Pierpaolo Baretta non hanno esitato a ricordare che, anche l’Inps, ha la sua parte di colpa.

Riforma pensioni: 7° e 8° salvaguardia insufficiente, pressioni per la prossima manovra

Ancora una volta gli esodati rischiano di non riuscire ad avere i requisiti previsti dalla nuova Legge di Stabilità per rientrare nell’ennesima salvaguardia.

La settima sarà insufficiente ad includerli tutti “ perché il tema è stato affrontato in modo tale per cui rischiamo di avere uno strascico: già ci sono forti pressioni per una ottava salvaguardia”. Tito Boeri, nel corso della sua intervista con Lucia Annunziata, ha chiarito che il numero degli esodati aumenterà sempre di più nel corso degli anni, e propone quella che ritiene essere l’unica soluzione perché “la pressione sarà sempre forte fin quando viene garantito un trattamento di vantaggio”.

La flessibilità in uscita è tra le misure necessarie che bisogna prevedere nella prossima riforma pensioni, capace di porre fine a diverse situazioni disagevoli che si tenta di arginare con salvaguardie ad hoc.

Per Tito Boeri è necessario “preoccuparsi dei veri esodati, soprattutto i lavoratori di piccole imprese dove non c’erano accordi, che semplicemente sono stati licenziati e non sono mai stati coperti, che si trovano tra i 55 e i 65 anni e che si sono ridotti in povertà. Lì bisognerebbe trovare strumenti di sostegno al reddito”.

Proposta Inps: tagli ai vitalizi dei politici già nella prossima riforma pensioni

Tra le ultime notizie sulle pensioni, la dichiarazione di Boeri è certamente quella che ha suscitato maggior clamore. Il Presidente dell’Inps ha confermato che è da ormai diverso tempo che avanza la sua proposta di ridurre l’assegno previdenziale dei politici della metà. Il taglio dovrebbe interessare non solo i politici che percepiscono oltre 80-85mila euro all’anno, ma dalla prossima riforma pensioni la novità dovrebbe comprendere anche “dirigenti di aziende, personale delle Ferrovie dello Stato, altre categorie..”.

I conti in rosso dell’Inps impongono all’oggi la necessità di intervenire quanto prima anche per salvaguardare le posizioni future dei giovani. L’intervento avanzato da Tito Boeri riguarderebbe solo chi ha versato contributi tali da non meritare una pensione alta. Queste situazioni di privilegio devono essere eliminate: “A chi ha importi elevati e ha goduto di trattamenti di favore è giusto richiedere un contributo, anche se limitato, parziale…”, ha detto il Presidente dell’Inps.

La replica di Damiano e Baretta sulle novità da introdurre nella riforma pensioni

Dopo le polemiche sollevate da Boeri, arriva la risposta di Cesare Damiano, Presidente della Commissione Lavoro, che ha precisato che anche l’Inps ha la sua parte di colpa sulla assenza di misure di flessibilità in uscita già all’interno della Legge di Stabilità . “Confermo – ha dichiarato Damiano tramite Ansa – se sarà necessario faremo l’ottava salvaguardia per chiudere definitivamente questo capitolo. Infine, non serve lamentarsi perché il Governo non ha inserito una misura di flessibilità nella legge di Stabilità: a questa scelta ha contribuito anche l’INPS con una valutazione dei costi della proposta del PD, presentata già nella scorsa legislatura (uscita a partire dai 62 anni con 35 di contributi e l’8% di penalizzazione), a mio avviso sbagliata: 8 miliardi di costo iniziale.

Pierpaolo Baretta

Pierpaolo Baretta

Un calcolo basato su una platea che include il 100% dei potenziali fruitori della norma: tesi infondata che ha contribuito a convincere il Governo a rimandare la norma”. Sulla riforma pensioni interviene anche Pierpaolo Baretta che a Repubblica ha dichiarato “Resto sostenitore della flessibilità. Non pensiamo di cambiare la legge Fornero, non sarà modificata l’età pensionabile. Sarà consentito uscire anticipatamente a certe condizioni anche per favorire il ricambio generazionale“.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy