• Google+
  • Commenta
20 novembre 2015

Riforma pensioni: novità precoci e quota 41, manifestazione Fiom

Ultime notizie ad oggi sulla riforma pensioni 2015-2016: novità precoci e quota 41, il 21 novembre manifestazione nazionale indetta dalla Fiom

Le ultime novità sulle pensioni riguardano la manifestazione organizzata dalla Fiom di Maurizio Landini contro le ultime manovre del governo Renzi.

All’oggi sulla riforma pensioni non è stato ancora trovato un accordo, e la manifestazione nazionale del 21 novembre diventa l’occasione per spostare l’attenzione su precoci e quota 41 di Cesare Damiano.

Le ultime novità della riforma pensioni del governo Renzi hanno interessato opzione donna, esodati con settima salvaguardia, l’innalzamento della no tax area e flessibilità part-time per i lavoratori prossimi alla pensione.

Ancora una volta non si è tenuto conto dei lavoratori precoci, che ormai da diversi anni sembrano portare avanti da soli una protesta contro il governo per ottenere una riforma delle pensioni più giusta ed equa.

Boeri ha definito la Legge di Stabilità come “un’occasione mancata” per provare a dare una scossa al sistema previdenziale che presenta forti lacune e legalizza di fatto trattamenti di favore per alcune categorie di lavoratori.

In particolare per i lavoratori precoci il Presidente dell’Inps aveva provato a porre rimedio con la sua proposta, “Non per cassa ma per equità”. Una riforma delle pensioni che consentisse di ottenere una pensione anticipata con penalizzazioni graduali, la famosa flessibilità in uscita. Ma nulla di fatto neanche stavolta, e così non resta che scendere in piazza a protestare, e a chiedere che venga accettata la proposta di Cesare Damiano,la famosa Quota 41.

Riforma Pensioni: precoci in piazza per chiedere la Quota 41, manifestazione Fiom

Quota 41 è la proposta studiata da Cesare Damiano per i Lavoratori precoci. Ma chi sono i lavoratori precoci? Come suggerisce lo stesso nome, si tratta di una categoria molto vasta di persone che hanno iniziato a lavorare molto presto, in alcuni casi anche a 15, 16 anni. Questi cittadini allo stato attuale maturerebbero i requisiti per chiedere la pensione in età avanzata. Una vera ingiustizia, lamentata più volte dai lavoratori che si sono riuniti, almeno virtualmente, per dare voce ai loro diritti.

Al momento la soluzione più concreta offerta dal governo Renzi è quella di rimandare alla prossima riforma pensioni la flessibilità in uscita, che consentirebbe di superare l’ostacolo dei requisiti per accedere all’assegno previdenziale.

Ma di fatto i lavoratori chiedono che venga approvata la famosa Quota 41, che consentirebbe di andare in pensione una volta maturati i 41 anni di contributi versati. Questa proposta non terrebbe quindi conto dell’età anagrafica, in quanto pare evidente che quarantuno anni di lavoro sono più che sufficienti per un cittadino per maturare il diritto alla pensione.

Manifestazione nazionale 21 Novembre: Fiom chiede nuova riforma pensioni

Il 21 Novembre alle ore 9,30 in Piazza Esedra a Roma, la Fiom di Maurizio Landini scenderà in piazza per portare avanti i la sua protesta contro la Legge di Stabilità; il Jobs Act che ha reso più facili i licenziamenti; lo Sblocca Italia; la ­Buona Scuola e la politica della diseguaglianza.

Da tutta Italia sono attesi oltre 200 pullman, una forte adesione che mette in evidenza, insieme agli altri scioperi che si sono succeduti negli ultimi mesi, un malcontento generale dei cittadini italiani.

In particolare, nel corso della manifestazione Fiom, si parlerà ancora una volta di riforma pensioni, sottolineando quanto all’oggi sia necessario ridurre l’età pensionabile e dare lavoro ai giovani, ripristinare le pensioni di anzianità e avere pensioni dignitose per tutti, oggi e domani.

L’intento della manifestazione Fiom è di “contrastare le politiche di austerità europee, e le conseguenti scelte dei diversi governi del nostro Paese, per affermare i princìpi della nostra Costituzione ponendosi l’obiettivo di riunificare tutto il mondo del lavoro e affermare un nuovo modello ambientale, sociale ed economico, solidale e democratico.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy