• Google+
  • Commenta
17 dicembre 2015

Tracce e soluzione atto giudiziario: terza prova esame avvocato 2015

Data prova orale esame Avvocato 2014-2015
Tracce e soluzione atto giudiziario esame avvocato

Tracce e soluzione atto giudiziario esame avvocato

Ultime notizie tracce e soluzione atto giudiziario esame avvocato 2015: come svolgere la terza prova e come redigere un atto giudiziario: tracce e soluzioni atto civile, penale e amministrativo.

Gli aspiranti avvocati oggi sono alle prese con lo svolgimento delle tracce e soluzione atto giudiziario esame avvocato di diritto civile, penale ed amministrativo.

Ecco come si svolgerà il compito scritto e le indiscrezioni tracce della terza prova. Si conclude questa mattina, giovedì 17 dicembre, la prima fase dell’esame avvocato 2015 che prevede la redazione di un atto giudiziario dopo che la commissione esaminatrice avrà dettato le tracce stabilite dal Ministero di Giustizia.

Sono stati tre giorni intensi, nei quali ciascun candidato ha messo alla prova la propria preparazione, nonché esperienza, affinata nel corso della pratica prevista per l’ammissione all’esame per l’abilitazione alla professione forense. Dopo aver redatto un parere in materia di civile, nonché aver trovato la soluzione alla traccia di diritto penale, è la volta dell’atto giudiziario con tre diverse tracce e soluzione atto giudiziario esame avvocato 2015.

Infatti la commissione esaminatrice, a partire dalle ore 9,00, provvederà a dettare una traccia per la redazione di un atto giudiziario di diritto civile, nonché altre due tracce per gli atti giudiziari di diritto penale e amministrativo.

Gli aspiranti avvocati dovranno scegliere la prova più adatta all’esperienza maturata durante il praticantato, e redigere, limitando al minimo gli errori, un atto giudiziario. Generalmente il terzo compito dell’esame avvocato è anche ritenuto più semplice, in quanto gli anni di pratica hanno consolidato quelle conoscenze basilari per chi desidera esercitare la professione forense.

Tracce e soluzione atto giudiziario civile, penale e amministrativo: terza prova esame avvocato

Terza prova esame di avvocati 2015: tracce e svolgimento atti giudiziario << scarica

La terza prova scritta mette alla prova l’abilità dei candidati circa la redazione di un atto giudiziario. Infatti, nei due anni di praticantato, gli aspiranti avvocati avranno avuto modo di confrontarsi con citazioni, comparse di costituzione, ricorsi per decreto ingiuntivo o per sequestro, ecc. In questo compito avranno maggiori possibilità di ottenere il punteggio più alto coloro i quali hanno svolto con costanza ed attenzione i due anni di pratica.

L’atto giudiziario ha sempre uno schema essenziale da ricordare: è questa la principale difficoltà della terza prova dell’esame avvocato 2015. L’atto di citazione, ad esempio, ha uno schema ben preciso. Il suo contenuto variabile è rappresentato soltanto dalla descrizione della fattispecie giuridica e del caso di cui ci si occupa. L’altra parte dell’atto ha, invece, uno schema fisso: l’intestazione, l’esposizione dei motivi, le richieste istruttorie e le conclusioni da formulare. Quindi, anche per un semplice ricorso, sia esso effettuato per decreto ingiuntivo o per sequestro conservativo, si osservano i medesimi schemi logici.

L’esperienza e l’esercitazione della scrittura sono certamente elementi vincenti, capaci di fare la differenza durante lo svolgimento delle tracce del terzo compito.

Schema atto giudiziario con tracce e soluzione atto giudiziario

Anche per la terza prova i candidati avranno a disposizione 7 ore di tempo, entro le quali dovranno scegliere quale atto redigere e procedere al suo svolgimento, nonché risoluzione. La fase più delicata anche in questo caso è rappresentata dalla scelta della traccia: qui entra in gioco l’esperienza. Infatti l’aspirante avvocato sceglierà certamente di svolgere il compito più vicino alla sua esperienza pratica.

Secondo alcune indiscrezioni, alla luce degli ultimi esami d’avvocato, gli atti che solitamente sono maggiormente proposti sono: per diritto civile, la comparsa di costituzione e risposta, con domanda riconvenzionale. Per la traccia di diritto penale in molti casi è stato proposto l’atto d’appello. Mentre per diritto amministrativo, infine, generalmente è stato proposto nella traccia del terzo compito, il ricorso contro un provvedimento.

Anche per l’esame avvocato 2015 i candidati dovranno seguire alcuni passaggi fondamentali, che rappresentano di fatto lo schema dell’atto giudiziario.

Per prima cosa dovranno procedere allo studio della fattispecie concreta, sulla base degli elementi indicati dal cliente sui quali è indispensabile concentrarsi con molta attenzione.

Poi c’è il raffronto della questione o della fattispecie astratta, nonché documentazione di norme di diritto, giurisprudenza, dottrina e cassazione, fine di trovare i riferimenti normativi utili per la soluzione del caso.

Segue l’individuazione del giudice componente e verifica della legittimazione attiva e passiva delle parti con indicazione dei dati anagrafici, specie del proprio assistito, quali nome, cognome, data di nascita, residenza, codice fiscale e domicilio.

Infine le conclusioni nelle quali indicare eccezioni, domande di merito e subordinate, richiesta spese.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy