• Google+
  • Commenta
2 dicembre 2015

Esame avvocato: tracce anni precedenti, come svolgere le prove scritte

Esame Avvocato

News esame avvocato 2015-2016: dalle tracce degli anni precedenti ai consigli per come svolgere le tre prove scritte delle date di dicembre. Tototracce esami avvocato.

Esame Avvocato

Esame Avvocato

A breve le tracce esame avvocato 2015 saranno distribuite ai candidati che, come ogni anno, tentano di ottenere l’ambita abilitazione forense.

Ecco alcuni consigli per sapere come svolgere le prove scritte, limitando al minimo gli errori più comuni. Nonché le prove scritte e tracce anni precedenti dell’esame d’avvocato con soluzioni per esercitarsi.

L’esame avvocato sessione 2015, sessione 2015, prevede ancora l’utilizzo dei codici commentati, le novità previste dalla riforma sono rinviate al 2017. Come sempre le prove scritte si terranno in tre giorni consecutivi: il 15, 16 e 17 Dicembre 2015 sono i giorni stabiliti dal Ministero della Giustizia per la redazione dei pareri civile e penale, nonché dell’atto giudiziario. Il giorno 15 dicembre 2015 è la data della prima prova e prima traccia, ovvero dello svolgimento del parere civile dell’esame di avvocato 2015.

Per una corretta redazione del parere civile il candidato, dopo un’attenta analisi dei fatti, deve preoccuparsi soprattutto di inquadrare correttamente gli istituti giuridici che si riferiscono al caso in esame, approfondendone aspetti ed effetti.

Di seguito vedremo lo schema parere civile, con la scaletta che consiglia, passo dopo passo, come redigere un parere civile senza errori.

Il 16 dicembre, invece, il giorno della seconda prova esame avvocato 2015 la seconda traccia che prevede la redazione del parere penale. Per redigere un parere penale senza errori, ricordiamo, è necessario elaborare un’esposizione chiara ed ordinata delle ragioni che sorreggono orientamenti contrastanti. La soluzione del parere penale ha come finalità ultima quella di indicare, con adeguata motivazione al cliente, la strada migliore da percorrere nel suo interesse.

Infine, il giorno 17, è la volta della redazione di un atto giudiziario. Quindi, dopo aver letto attentamente la traccia ed individuato l’atto più idoneo, ciascun aspirante avvocato deve elencare tutte le norme ed i principi ad esso correlati e, in seguito, citare le massime giurisprudenziali di riferimento.

Esame avvocato 2015, pareri civile e penale: schema, scaletta, trecce anni precedenti

statistiche anni precedenti di come sono andati gli esami per avvocati <<< clicca e scarica

Di seguito alcune regole da ricordare per la redazione parere civile in sede d’esame. In primis bisogna tenere presente che chiarezza e logicità nell’esposizione sono fondamentali, anche per avere un immediato riscontro positivo durante la correzione della commissione.

Si deve essere in grado di dimostrare, attraverso la redazione del parere (sia civile che penale), di avere una capacità concreta di soluzione di problemi giuridici, nonché una buona conoscenza dei fondamenti teorici degli istituti giuridici proposti nel parere civile stesso. Infine, tra i consigli per l’esame avvocato 2015, è importante dimostrare la propria capacità di cogliere, se necessari, profili di interdisciplinarietà.

L’aiuto dei codici non deve essere sottovalutato, ma a decidere la validità di un elaborato è, anzitutto, la capacità del candidato di comprendere la ratio degli istituti da applicare alle tracce esame d’avvocato attraverso un percorso personale, coerente ed ordinato. Nella produzione dei pareri esame avvocato 2015, pertanto, è buona prassi darsi una scaletta chiara ed organica: vediamo di seguito alcune regole da ricordare. Per esercitarsi, consigliamo un Manuale Di Preparazione All’esame Di Avvocato 2015 e gli ultimi codici aggiornati.

Esame avvocato 2015: consigli sulle tracce e per la redazione dei pareri

Questa scaletta o schema dei pareri civile e penale è certamente utile per agevolare un’esposizione quanto più chiara ed ordinata possibile. Le regole da ricordare sono poche, ciò che farà la differenza è anche l’esercizio e la pratica della risoluzione delle tracce. In tal caso un aiuto viene proprio dalle tracce anni precedenti esame avvocato.

Per redigere un buon parere bisogna ricordare che:

  • nella fase di studio della traccia, definiamo il fatto giuridico portante e gli elementi accessori che integrano il quadro.
  • Si inizia così con una breve introduzione in cui si individuano le questioni principali da affrontare;
  • si inquadrano gli istituti rilevanti, facendo riferimento alla giurisprudenza esistente sull’argomento, descrivendo brevemente la disciplina e arrivando rapidamente alla questione principale;
  • sulla base dei codici, descrivere gli orientamenti giurisprudenziali e le relative tendenze dottrinali;
  • si approfondisce la parte “motivazionale”, in cui si illustra la risoluzione della questione.
  • Si chiude con brevissima conclusione in cui il candidato rassegna le motivazioni nell’interesse del richiedente.

Redazione atto giudiziario: i consigli per l’esame avvocato 2015

La terza prova, relativa alla redazione dell’atto giudiziario è la più facile, ma a condizione che si sia fatta la pratica. Infatti, nei due anni di praticantato, capita di doversi confrontare con citazioni, comparse di costituzione, ricorsi per decreto ingiuntivo o per sequestro, ecc. Quindi chi ha avuto modo nella pratica di esercitarsi, avrà minore difficoltà di chi ha puntato solo sulla teoria.

I consigli sulle prove scritte

I consigli sulle prove scritte

In ogni caso, grazie ai due anni di pratica, ciascun candidato dovrebbe aver compreso lo schema essenziale dell’atto giudiziario. L’atto di citazione, ad esempio, ha uno schema ben preciso. Il suo contenuto variabile è rappresentato soltanto dalla descrizione della fattispecie giuridica e del caso di cui ci si occupa.

L’altra parte dell’atto ha, invece, uno schema fisso: l’intestazione, l’esposizione dei motivi, le richieste istruttorie e le conclusioni da formulare. Quindi, anche per un semplice ricorso, sia esso effettuato per decreto ingiuntivo o per sequestro conservativo, si osservano i medesimi schemi logici.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy