• Google+
  • Commenta
9 dicembre 2015

Imu e Tasi 2015 prima casa: scadenze 16 dicembre, calcolo e saldo

Imu e Tasi 2015
Imu e Tasi 2015

Imu e Tasi 2015

Guida su come pagare Imu e Tasi 2015: scadenze 16 Dicembre, novità calcolo e cosa sapere per il saldo del pagamento da effettuare tramite modello F24 o bollettino postale.

Ecco una breve guida per il saldo seconda rata Imu e Tasi 2015: chi deve pagare, e quali sono le aliquote, i codici tributo e le modalità di pagamento. Vediamo cosa bisogna sapere per il calcolo dell’Imu e della Tasi 2015, quali sono le ultime novità per sapere cosa cambia.

La scadenza Imu e Tasi 2015 si fa sempre più vicina e così, entro il 16 dicembre, bisognerà effettuare il pagamento tramite bollettino postale o modello F24, anche da stampare. La prima cosa da ricordare è che rispetto al 2014 ci sono delle novità: infatti, mentre a giugno il calcolo Imu è stato fatto con le aliquote del 2014, ora per il saldo bisogna controllare le aliquote comunali 2015.

Ma dove controllare le aliquote per il pagamento dell’Imu e della Tasi 2015? Il Dipartimento delle Finanze del Mef consente di verificare quali sono le ultime novità e cambiamenti in merito al calcolo.

Il consiglio è comunque quello di controllare direttamente sul sito del proprio comune, al fine di poter verificare se si ha diritto ad agevolazioni o detrazioni.

Vediamo cosa sapere sull’Imu e Tasi 2015: chi deve pagare, quali sono le esenzioni e le agevolazioni previste dalla legge, come fare il calcolo e quali sono le modalità di pagamento per il saldo seconda rata del 16 dicembre.

Imu e Tasi 2015: chi deve pagare e chi viene escluso dal pagamento, categorie catastali

Iniziamo dall’Imu, l’imposta municipale, che dovrà essere pagata dai proprietari di immobili o i titolari di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi e superficie. L’Imu si deve versare per il possesso di qualunque immobile, terreno o area edificabile. Sono esclusi dall’Imu le abitazioni principali di categoria catastale A2, A3, A4, A5, A6 e A7; i fabbricati rurali strumentali e i terreni nei comuni montani. Non deve pagare l’Imu chi possiede abitazioni appartenenti alle cooperative edilizie, sono esenti i fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali; la casa coniugale assegnata al coniuge a seguito di provvedimento di separazione legale; e gli immobili posseduti dal personale in servizio alle Forze armate e alle Forze di polizia. Sono tenuti al pagamento dell’Imu tutti colo i quali hanno versato la prima rata a giugno 2016 ed ora devono provvedere al saldo.

Deve pagare sempre l’Imu e Tasi 2015 il proprietario di seconde case, di qualsiasi categoria catastale.

La Tasi si deve versare per qualunque immobile utilizzato, esclusi i terreni. Deve pagare la Tasi anche l’inquilino ed il comodatario, cioè chi utilizza l’immobile anche quando non è il proprietario, ma in una percentuale variabile. Infatti, in caso di affitto, la Tasi sull’immobile può essere pagata in percentuale variabile da locatario e locante; nel caso in cui l’inquilino non paghi, il Comune si rifarà sullo stesso e non sul proprietario perché sono titolari di una autonoma obbligazione tributaria.

Sono escluse dal pagamento della Tasi soltanto le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali imponibili, purchè non operative, e le aree comuni dei condomini. La scadenza di Imu e Tasi 2015 è il 16 dicembre, per il saldo seconda rata.

Come si pagano Imu e Tasi 2015: bollettino o con modello F24

Per sapere quanto bisogna pagare di Imu e quindi procedere con il calcolo, si deve moltiplicare la rendita catastale degli immobili con i coefficienti di rivalutazione previsti dalla normativa e, a tale valore, si applicano le aliquote dell’imposta determinate anno per anno dal comune.

Per le abitazioni di cat. A1 A8 e A9, ricordiamo che non vi è l’esenzione Imu 2015, ma sul sito del Comune è utile verificare se vi sono gli estremi per delle detrazioni.

Per gli immobili inagibili l’imposta è ridotta al 50% per effetto della riduzione dell’imponibile calcolato con l’applicazione dei coefficienti di rivalutazione.

Calcolo Imu e Tasi

Calcolo Imu e Tasi

Imu e Tasi 2015 possono essere pagate con bollettino di conto corrente postale o con modello F24.

Ogni comune stabilisce aliquote TASI avendo riguardo ai costi per i servizi indivisibili (illuminazione pubblica, manutenzione stradale e del verde pubblico, protezione civile, vigilanza urbana, anagrafe, ecc…) che prevede di sostenere nell’anno. Il comune definisce, per ogni tipologia di immobile, l’aliquota e, per gli immobili che non sono abitati direttamente dal proprietario, stabilisce quota di imposta che deve essere pagata dai proprietari e quella che deve essere pagata dai conduttori.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy