• Google+
  • Commenta
18 dicembre 2015

Simone Parola 1° dottorato Uninsubria per studiare funghi medicinali

Simone Parola

Simone Parola, 25 anni di Gavirate, è il primo dottorando dell’Università degli Studi dell’Insubria a svolgere il dottorato di ricerca in apprendistato.

Simone Parola

Simone Parola

Simone Parola impegnato per i prossimi tre anni di ricerca, produzione e fruttificazione di funghi medicinali al fine di valutare la presenza di metaboliti di interesse farmaceutico.

Lo studio sarà condotto alla KCS Biotech, un department biotecnologico dell’azienda KCS srl di Vergiate, mediante un contratto di apprendistato in alta formazione. Il titolo del progetto è “Selezione, Coltivazione ed Analisi Biochimiche di Funghi con Proprietà di Interesse Farmacologico”.

Il percorso di dottorato è stato pensato su misura per le esigenze della KCS ed è stato abbinato a un contratto di apprendistato perché rappresenta la forma contrattuale che meglio si adatta a un’alternanza studio-lavoro. Parola dovrà seguire il piano di studio del Dottorato di Ricerca in Biotecnologie, Bioscienze e Tecnologie Chirurgiche, diretto dal professor Loredano Pollegioni, esattamente come i suoi colleghi di corso, ma in più rispetto a loro, oltre ai corsi istituzionali dovrà seguire insegnamenti ad hoc erogati a lui in via esclusiva e, inoltre, lavorerà in azienda completando la sua formazione con una serie di attività specifiche on the job a carico dell’azienda.

Un tutor universitario, la professoressa Candida Vannini, docente di Fisiologia vegetale dell’Università degli Studi Insubria Varese-Como; un tutor aziendale, il dottor Luigi Panno, responsabile scientifico della KCS Biotech, e Flavio Vergani, titolare della KCS srl, seguiranno il dottorando in tutto il suo percorso.

Simone Parola primo dottorato in apprendistato all’insubria per studiare i funghi medicinali

«È la prosecuzione di un rapporto cominciato con un tirocinio di un anno effettuato in KCS e terminato con la stesura della tesi di laurea – spiega il dottor Simone Parola – adesso mi occuperò di ricerca su diversi tipi di funghi eduli con note proprietà farmaceutiche, in particolare antitumorali e anticolesterolemiche e indicate nella prevenzione di malattie cardiovascolari. La cultura dei funghi medicinali ha origini antichissime in Oriente, invece in Occidente è recente ed è diffusa soprattutto in America – continua Parola – in Europa, perlopiù in Olanda e Germania, mentre in Italia è ancora largamente sconosciuta. Durante il contratto di apprendistato studierò in particolare due specie di funghi medicinali: Lentinula edodes (Shiitake) e Pleurotus ostreatus (Oyster mushroom). Mi concentrerò innanzitutto sulla ricerca e quantificazione delle molecole di interesse farmacologico, ma anche sulla possibilità di coltivare ceppi fungini selezionati».

Il dottorato in apprendistato è stato attivato nell’ambito del programma di sperimentazione di master e dottorati di ricerca rivolti ad apprendisti assunti ai sensi dell’art. 5 del dlgs 167/2011 promosso da Regione Lombardia.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy