• Google+
  • Commenta
1 dicembre 2015

Terrorismo: corso di formazione Sssup per chi opera in contesti ostili

Formazione contro il terrorismo

Prosegue l’attività della Scuola Superiore Sant’Anna sulla formazione del personale che opera in contesti ostili e di crisi e in presenza di atti di terrorismo.

Formazione contro il terrorismo

Formazione contro il terrorismo

Sicurezza: a Livorno corso di formazione con 20 operatori della FAO, per rispondere alle crisi e gestire contesti difficili, tra viaggi da pianificare, regole per i rapimenti o gli agguati, comunicazioni via radio

Nuova attività di formazione per il personale che opera nei contesti ostili, in collaborazione con il 1° Reggimento Paracadutisti Tuscania e con il coordinamento di Andrea de Guttry: “Ribadito l’impegno della Scuola Superiore di Studi Universitari e Perfezionamento S.Anna di Pisa ad aggiornare i programmi formativi per rispondere ai recenti atti di terrorismo e criminalità comune contro gli operatori internazionali. La consolidata collaborazione con l’Arma dei Carabinieri è motivo di grande onore e soddisfazione”

Fino al 3 dicembre, si svolge a Livorno il corso “Safe and Secure Approaches in Field Environments” (SSAFE), organizzato in collaborazione con la “Food and Agriculture Organization of the United Nations” (FAO) e con il 1° Reggimento Paracadutisti Tuscania, con il coordinamento e con la supervisione del prof. Andrea de Guttry, direttore dell’Istituto Dirpolis (Diritto, Politica, Sviluppo) della Scuola Superiore Sant’Anna e docente di diritto internazionale.

Nuova attività formativa e corso di formazione Sssup per chi opera contro il terrorismo

Questa nuova attività formativa contro il terrorismo, che coinvolge 19 partecipanti della FAO e un osservatore dello “United Nations Department of Safety and Security” (UNDSS), è organizzata per la FAO e vuole formare il personale per rispondere in maniera efficace alle situazioni critiche e alle minacce che possono colpire le attività svolte in contesti ostili e di crisi. In particolare, durante i quattro giorni di corso, i partecipanti sono coinvolti in attività pratiche, soprattutto simulazioni, e ricevono una formazione specifica su tematiche come il sistema di gestione della sicurezza delle Nazioni Unite, la sicurezza personale, le comunicazioni via radio, la topografia, le procedure di primo soccorso, il pianificare e l’affrontare viaggi in sicurezza, la capacità di gestire situazioni con presenza di mine e le “regole” di comportamento in caso si verifichi un rapimento.

L’interesse delle Nazioni Unite per il corso SSAFE, che si inserisce all’interno della consolidata collaborazione tra la Scuola Superiore Sant’Anna e l’Arma dei Carabinieri, è indicativo non soltanto di quanto la tutela degli operatori in contesti di crisi sia diventata di importanza fondamentale e sia sempre più soggetta a rischi, ma anche di quanto la formazione sul tema della sicurezza offerta dallo “International Training Programme for Conflict Management” (ITPCM) del prof. Andrea de Guttry della Scuola Superiore Sant’Anna possa rappresentare un’eccellenza a livello internazionale, grazie al prezioso contributo del Reggimento Paracadutisti Tuscania.

“La decisione della FAO di affidare alla Scuola Superiore Sant’Anna la responsabilità della formazione del loro personale sui temi della sicurezza personale – sottolinea il prof. Andrea de Guttry, alla partenza di questa nuova attività formativa –  ci riempie di orgoglio e ci stimola a continuare il cammino intrapreso di offrire servizi di formazione sempre più personalizzati su temi di grande rilievo, soprattutto in questo delicato momento. Aumentare, anche attraverso la formazione, la sicurezza personale di quanti operano in aree ad altro rischio è divenuto, alla luce dei recenti avvenimenti – prosegue il prof. Andrea de Guttry – una delle priorità di tutte le organizzazioni Internazionali. Confermo quindi l’impegno della Scuola Superiore Sant’Anna ad aggiornare in continuo e ad aumentare i propri programmi formativi per rispondere alle recenti sfide poste dagli atti di terrorismo e di criminalità comune contro gli operatori internazionali”. 


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy