• Google+
  • Commenta
29 gennaio 2016

Consorzio Dorì Europe per il kiwi a polpa gialla dell’Alma Mater

Kiwi Consorzio Dorì Europe

Nasce il Consorzio Dorì Europe per tutela e valorizzazione del kiwi a polpa gialla dell’Alma Mater, Università degli Studi di Bologna.

Kiwi Consorzio Dorì Europe

Kiwi Consorzio Dorì Europe

Nasce il Consorzio Dorì Europe Srl, per la valorizzazione commerciale della varietà messa a punto dall’Università di Bologna in collaborazione con l’Università di Udine.

Già prenotati almeno 100 ettari per la produzione 2016

Dorì arriva in tavola, in Italia e non solo. La varietà di kiwi a polpa gialla messa a punto dall’Università di Bologna in collaborazione con l’Università di Udine prosegue a grandi passi il percorso verso la commercializzazione. Ultima e fondamentale tappa è la nascita del Consorzio Dorì Europe Srl.

L’iniziativa mette insieme tre importanti realtà italiane, la Granfrutta Zani di Faenza (RA), la Kiwi Uno Spa di Verzuolo (CN), la F.lli Clementi Di Laives (BZ), e conta anche sulla presenza della Summerkiwi France (cui aderiscono tra le altre la leader francese nella commercializzazione del kiwi Prim’Land e il gruppo Sapa Rouquette) e della Summerfruit, quest’ultima titolare di licenza della varietà di kiwi a polpa gialla AC 1536 e del marchio Dorì.

Un’unica entità a livello europeo, quindi, basata su una filiera tutta italiana – dalle università di Bologna e di Udine, ideatrici della varietà, fino al titolare della licenza della privativa vegetale, Summerfruit – capace però di aggregare realtà di diversi paesi produttori (è già in programma l’adesione di alcune aziende spagnole di primo piano).

Nasce il consorzio Dorì Europe dopo anni di ricerca dell’Università di Bologna

La nascita di Dorì è arrivata dopo anni di ricerche, portate avanti dal Dipartimento di Scienze agrarie dell’Università di Bologna e dal Dipartimento di Scienze agrarie e ambientali dell’Università di Udine. I caratteri distintivi della nuova varietà di kiwi sono in particolare l’intensità del colore giallo, il sapore intenso e la precocità: il frutto è in grado di maturare con circa un mese di anticipo rispetto alle altre principali varietà conosciute.

Nel 2015 Dorì è stato protagonista di diversi panel test, che hanno restituito risultati estremamente positivi. Per il 2016 sono previsti impianti di almeno 100 ettari solo in Italia, già prenotati dagli agricoltori.

Il prossimo appuntamento con il nuovo kiwi a polpa gialla sarà a Berlino, dal 3 al 5 febbraio, quando, in occasione di Fruit Logistica, sarà possibile assaggiare i frutti a cinque mesi dalla raccolta negli stand di Granfrutta Zani, di Kiwi Uno Spa, di F.lli Clementi e di Summerfruit.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy