• Google+
  • Commenta
19 gennaio 2016

Giorno della Memoria: data, storia e significato della Shoah

Giorno della Memoria

Ecco cos’è il giorno della Memoria: dalla data del 27 gennaio, giornata nazionale della memoria per non dimenticare, alla storia e significato della Shoah.

Giorno della Memoria

Giorno della Memoria

Il Giorno della memoria si celebra in Italia dal 2000, ed in questa data si ricordano le vittime della Shoah.

In questa giornata si ricorda la storia recente dello sterminio nazista, in particolare la scelta della data della giornata della memoria, rievoca un evento ben preciso: l’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, uno dei più grandi campi di sterminio nazista.

La data del Giorno della Memoria ricorda uno degli eventi più importanti della storia del Novecento, ossia la liberazione degli ebrei nel campo di sterminio di Auschwitz.

Sono passati 71 anni da quando le Forze Alleate entrarono ad Auschwitz, passando sotto la celebre scritta Arbei macht frei, che significa “il lavoro rende liberi”. Da quel momento in poi il mondo avrebbe scoperto tutto l’orrore che era stato compiuto ai danni della popolazione ebraica. 

Il significato della Giornata della Memoria è proprio questo: fare luce sul passato perché non si compi mai più un simile scempio.

Ripercorrere la storia, e ascoltare le testimonianze delle vittime sopravvissute induce a riflettere sulla storia recente della Seconda Guerra Mondiale.

Numerose sono le iniziative per non dimenticare la Shoah: film, canzoni, libri e documentari raccontano quello che è successo il 27 Gennaio 1945, quando la Prima armata del Fronte ucraino fece il suo ingresso ad Auschwitz.

Che cos’è il Giorno della memoria: significato della data 27 Gennaio 1945

Citazioni Frasi Aforismi sulla Giornata della Memoria per non dimenticare <<< scarica

Che cos’è la Shoah e qual è il suo significato? Con il termine ebraico Shoah, che significa catastrofe, si indica lo sterminio del popolo ebraico ad opera dei nazisti durante il Secondo Conflitto Mondiale. La Giornata della memoria, invece, è un giorno istituito per legge il 20 Luglio 2000 per ricordare le vittime dello sterminio nazista, per non dimenticare che cosa è stata la Shoah o l’olocausto. La Repubblica italiana il giorno 27 gennaio si impegna a ricordare “le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, e coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.”

Il Giorno della Memoria rappresenta una presa di coscienza collettiva. Prima dell’abbattimento dei cancelli dei campi di sterminio, l’uomo è stato capace di compiere atti di inverosimile crudeltà ai danni del popolo ebraico. Il 27 Gennaio si commemorano le vittime del genocidio, perché nella moderna Europa non si verifichino più atti di crudele razzismo ai danni di un’intera popolazione.

Che cos’è Auschwitz: storia del Giorno della Memoria del 27 Gennaio

Auschwitz è il nome di una cittadina situata nel sud della Polonia. Proprio qui a partire dal 1940 fu edificato uno dei più grandi campi di sterminio della storia. Tale campo doveva mettere in atto quella che i tedeschi definivano “soluzione finale del problema ebraico”: in pratica i nazisti avevano in mente di eliminare l’intera popolazione ebraica. Per farlo avevano creato dei capi di sterminio, trai i più grandi ricordiamo anche quelli di Birkenau e Monowitz che si estendevano anche per diversi chilometri.

Nella Giornata della Memoria si ricordano le vittime che arrivavano ai campi di sterminio dopo essere stati sottratti dalle loro case e famiglie.

Giornata della memoria

Giornata della memoria

Costretti a salire sui treni merci, gli ebrei venivano trasportati fino ai campi di concentramento, dove subivano una prima selezione: per chi non era considerato abbastanza forte per lavorare, c’erano le “docce”, ossia le camere a gas. In questi campi sono stati trovati forni crematori, e qui le persone erano private della loro dignità, ed erano costrette lavorare fino alla morte.

Sono circa sei milioni le vittime che nella Giornata della Memoria vengono ricordate il 27 Gennaio di ogni anno, per non dimenticare cosa abbia voluto significare il genocidio di massa ad opera del regime nazi-fascista.

Video sulla Giorno della Memoria!


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy