• Google+
  • Commenta
25 gennaio 2016

Immagini per la Giornata della Memoria 27 Gennaio 1945: foto e video

Immagini per la Giornata della Memoria

Le immagini per la Giornata della Memoria per non dimenticare il 27 Gennaio 1945: foto e video del Giorno della Memoria con frasi su Auschwitz ed Olocausto.

Immagini per la Giornata della Memoria

Immagini per la Giornata della Memoria

Sono numerose le immagini per la Giornata della Memoria da condividere sui social Facebook, Twitter e Whatsapp per ricordare le vittime del genocidio armeno.

Fotografie di Auschwitz, immagini dei campi di concentramento e video che testimoniano la vita nei lager nazisti. Ecco alcune foto sul Giorno della Memoria, immagini 27 Gennaio per non dimenticare le vittime dello sterminio ebreo.

Il ricordo della Shoah ogni anno si commemora il 27 Gennaio e attraverso le immagini della Giornata della Memoria si rievocano le vittime dell’Olocausto. Il mondo ha iniziato a comprendere cosa realmente accadeva nei campi di concentramento quando il 27 Gennaio 1945 le truppe dell’Armata Rossa hanno abbattuto i cancelli di Auschwitz, liberando i deportati che erano sopravvissuti allo sterminio nazista.

Il ricordo di quegli eventi ancora oggi è testimoniato da fotografie dello sterminio degli ebrei e dalle immagini di Auschwitz che ritraggono la dura vita dei deportati nei campi di sterminio. I racconti, le frasi e le testimonianze di chi è riuscito a sopravvivere nei lager nazisti, hanno poi rivelato altri particolari della dura vita condotta dagli “indesiderabili”.

Immagini per la Giornata della Memoria 27 Gennaio 1945: foto e video sulla Shoah

Frasi famose, citazioni e aforismi sul giorno della Memoria 27 Gennaio << scarica

Le vittime dell’Olocausto non erano tutte ebree. Infatti i tedeschi nazisti consideravano “indesiderabili” tutte quelle categorie di persone che erano ritenevano“inferiori” rispetto alla “razza ariana”. Ebrei, disabili, omosessuali, Testimoni di Geova, Rom e oppositori politici finirono nel mirino della politica folle della Germania Nazista che pensò di risolvere il “problema degli indesiderabili” attraverso lo sterminio di massa. Le immagini dell’Olocausto sono la testimonianza di quello che succedeva all’interno dei campi di concentramento. Tra i più famosi, ci sono il campo di Auschwitz e Birkenau in Polonia, i campi di sterminio di Dachau e Buchenwaldt in Germania, i campi di Mathausen e Gusen in Austria, mentre in Italia vi era il campo di detenzione Risiera di San Sabba, lager nazista situato nella città di Trieste.

Foto Giorno della Memoria

Foto Giorno della Memoria

Le immagini per la Giornata della Memoria raccontano delle deportazioni degli ebrei, che venivano sottratti a forza dalle loro case, dalla loro quotidianità, per essere condotti ai lavori forzati nei campi di sterminio.

Come raccontano le fotografie sulla Shoah, lo stesso viaggio per molti di loro rappresentava una atroce sofferenza: costretti a viaggiare in vagoni merci strapieni, le persone affrontavano lunghi viaggi senza né acqua né cibo, costretti a stare ammassati gli uni sugli altri in vagoni anche privi di finestrini per il circolo dell’aria. Donne e bambini le principali vittime come testimoniano le foto dell’epoca.

Foto Olocausto ed immagini per la Giornata della Memoria, 27 Gennaio

Le foto sul Giorno della Memoria testimoniano che all’arrivo nei campi di sterminio, per chi era riuscito a sopravvivere al viaggio, vi era un’ulteriore selezione. Al comando di “sinist, dest” donne e uomini ritenuti dalle SS capaci di lavorare venivano separati da anziani, bambini, disabili e inermi. Chi non era ritenuto utile, e quindi in grado di sostenere il peso dei lavori forzati, era subito avviato alle “docce”, camere a gas, rese ancor più micidiali dall’utilizzo dello Zyklon B, un gas capace di uccidere un uomo in circa 10 minuti.

Immagini Giorno della Memoria

Immagini Giorno della Memoria

Chi superava la selezione, era costretto ai lavori forzati, che iniziavano all’alba e terminavano dopo 12 ore. Le immagini per la Giornata della Memoria ricordano le disumane condizioni in cui erano tenute le persone: solo una fetta di pane ed un bicchiere di zuppa al giorno.

Tutti i prigionieri avevano segni evidenti di denutrizione, ma molti sopravvissuti testimoniano che la sofferenza più grande era causata dal freddo pungente per il quale non avevano alcuna protezione.

Video con immagini per la giornata della Memoria!


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy