• Google+
  • Commenta
29 febbraio 2016

Chi è Tobia Antonio figlio di Nichi Vendola e chi è la madre

Chi è Tobia Antonio
Chi è Tobia Antonio

Chi è Tobia Antonio

Ecco chi è Tobia Antonio figlio di Nichi Vendola e del suo compagno Eddy Testa, nato grazie alla pratica della surrogazione di maternità: ecco come è nato Tobia e chi è la madre naturale.

Nel tardo pomeriggio del 27 febbraio 2016 è venuto alla luce un bimbo, un maschietto, che sta già facendo parlare tanto di sé: Tobia Antonio.

Il piccolo, nato in una clinica americana, gode di ottima salute e la notizia della sua nascita, tenuta nascosta fino all’ultimo istante dalla famiglia dell’ex governatore della Puglia, è ormai sulla bocca di tutti.

Tanti sono gli auguri giunti alla famiglia Vendola attraverso i social network, ma altrettante sono le frasi ironiche e quelle addirittura offensive, indirizzate a Nichi Vendola e al compagno Eddy Testa.

Per capire il perché di tanto scalpore in merito alla nascita di un bimbo bisogna analizzare l’intera vicenda che ha interessato il padre Nichi Vendola e il suo compagno e capire chi è Tobia Antonio.

In un momento di tensione, politica e morale, a seguito delle tanto discusse Unioni Civili e del Ddl Cirinnà  non era difficile prevedere che la nascita di un bambino, grazie alla surrogazione di maternità (conosciuta anche come “utero in affitto”) avrebbe generato il caos più profondo.

Analizziamo tutta la vicenda legata alla nascita del figlio di Nichi Vendola e proviamo a capire chi è Tobia Antonio e perché ha generato tanto disordine nel mondo della politica e non solo.

Chi è Tobia Antonio il figlio di Nichi Vendola e il compagno Eddy Testa, la mamma naturale

Nichi Vendola da tempo desiderava diventare padre, sulla base di un solido rapporto con il compagno italo-canadese Eddy Testa (20 anni più giovane). Finalmente il lieto evento: il 27 febbraio è nato il piccolo Tobia Antonio, grazie alla tecnica della surrogazione di maternità, tanto discussa e definita in molti Paesi (Italia compresa) come “illegale”.

Nichi Vendola si era recato negli States qualche giorno fa e questo suo viaggio era stato giustificato dalla famiglia come un viaggio per curare un’otite che l’ex governatore si porta dietro sin dall’età adolescenziale. Ma, nonostante tutte le scuse e le reticenze utilizzate per oscurare le vere ragioni del viaggio d’oltreoceano, la notizia del lieto evento è stata subito data dalla stessa famiglia e da chi si trovava negli U.S.A. accanto alla giovane coppia. La novità è subito giunta in Italia, portando con sé tutta la felicità del compagno e del padre Nichi Vendola regalandoci il ritratto che ci descrive chi è Tobia Antonio.

I social network di colpo sono stati invasi da post di ogni genere, messaggi di auguri e diversi insulti velati e non, anche da parte degli esponenti del mondo della politica italiana. Tra i primi a schierarsi contro la scelta adottata da Vendola e dal suo compagno è possibile citare Matteo Salvini, che senza troppi giri di parole ha definito la stessa scelta come “disgustoso egoismo”. Ma, non è stato l’unico, perché tra i commenti che viaggiano come impazziti in merito a questa vicenda, vi è anche quello di Adinolfi, il quale ha descritto Tobia Antonio come un “piccolo orfano di madre”.

Subito son giunte anche le parole del compagno e dello stesso Nichi Vendola per difendere la loro scelta e il loro figlio cercando di far comprendere a tutti chi è realmente Tobia Antonio. Per la coppia Tobia Antonio è solo “il frutto di una bellissima storia d’amore, della quale ora fanno parte anche la mamma che ha portato in grembo il piccolo e la sua famiglia”. Un traguardo raggiunto insieme sulle ali del rispetto e dell’amore ed è proprio per questo che per il leader di Sel non si tratta di utero in affitto.

Un intreccio che ci spiega chi è Tobia Antonio e le origini della mamma

Qual è la storia e quali sono le relazioni e le vicissitudini che hanno permesso a Nichi Vendola di diventare padre e ci possono far capire chi è Tobia Antonio?

Tobia Antonio, il piccolo che nato da soli due giorni già fa tanto parlare di se, è figlio di Nichi Vendola, del suo compagno italo-canadese Eddy Testa e di una donna indonesiana con regolare passaporto americano. Questa è la contorta catena di relazioni che si mostra agli occhi di chi vuol conoscere al meglio la vicenda, voltando le carte in tavola al fine di capire chi è Tobia Antonio e chi è la madre.

La maternità surrogata, o utero in affitto, o gestazione d’appoggio, ha creato sempre tanti scompigli in diversi Paesi, Italia in primis. Ecco perché, proprio nei giorni che hanno visto l’approvazione del Ddl Cirinnà e la cancellazione della Stepchild Adoption, ha alzato un polverone incredibile.

Il figlio di Nichi Vendola e Eddy Testa è “Una scelta ragionata” frutto di un grande amore

Il padre Nichi Vendola e il compagno dello stesso nel presentare alle famiglie, e non solo, il nuovo arrivato e mostrare a tutti chi è Tobia Antonio hanno per prima cosa affermato che la loro è stata una scelta ragionata, che da tempo coltivavano nel profondo del cuore.

Nichi Vendola e Eddy Testa

Nichi Vendola e Eddy Testa

Una paternità che l’ex governatore pugliese desiderava da tempo e che ora finalmente è diventata realtà. Una paternità, però, non riconosciuta in Italia. Perché la scelta del nome Tobia Antonio?

Il primo nome piaceva ad entrambi e non è riconducibile a nessuno dei membri delle due famiglie; mentre, il secondo nome è stato scelto per onorare la madre di Nichi Vendola e il padre del compagno Eddy testa.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy