• Google+
  • Commenta
2 febbraio 2016

Tasse universitarie e calcolo nuovo ISEE Università 2016: documenti

Tasse Universitarie

Ecco quando si pagano le tasse universitarie e quanto costano per ateneo: novità sul calcolo delle tasse e del nuovo ISEE Università 2016, documenti, modelli e simulazione.

Tasse Universitarie

Tasse Universitarie

Il calcolo delle tasse universitarie dipende dal reddito del nucleo familiare dello studente.

Dal 1° Gennaio 2016 gli studenti di ogni ateneo in Italia dovranno attenersi alle novità dell’ISEE Università 2016 per poter ottenere detrazioni, borse di studio e poter essere collocati nella giusta fascia di reddito per le agevolazioni universitarie.

Gli studenti dell’Università di Bologna, Cagliari, Firenze, del Politecnico di Milano, Bari o Torino ogni anno sono alle prese con il calcolo dell’ISEE Università, necessario per il pagamento delle tasse universitarie.

Infatti, che si studi all’ Università degli Studi di Salerno, Padova, Palermo, Pisa o Bergamo, oppure che si frequentino i cosi alla Bicocca, Federico II, LUISS, La Sapienza di Roma o L’Orientale a Napoli, è impossibile sottrarsi al pagamento delle tasse.

Ogni anno ci sono delle novità, e con la riforma dell’ISEE 2016, per poter beneficiare delle detrazioni ed essere collocati nella giusta fascia di reddito, è necessario compilare i nuovi modelli e moduli DSU, Dichiarazione Sostitutiva Unica. Gli studenti dell’Università della Calabria, del Sannio di Benevento, della Valle D’Aosta, del Molise, di Ferrara, Genova e Pescara devono pertanto presentare la dichiarazione dei redditi entro la scadenza prevista dal proprio Ateneo. Ma che cos’è la DSU? Come funziona l’ISEE Università 2016 e come si calcola? Ecco cosa bisogna sapere sul nuovo modello DSU per calcolare tasse dell’Università, come fare la dichiarazione dei redditi e a chi rivolgersi per il rilascio dei documenti necessari.

Tasse universitarie: simulazione calcolo, documenti e modello ISEE Università 2016

Elenco completo tasse, costi e contributi universitari: guida per ateneo << scarica

Per poter usufruire delle agevolazioni e prestazioni per il diritto allo studio e per calcolare le tasse dell’anno accademico in corso è necessario presentare il modello di indicatore situazione economica equivalente del proprio nucleo familiare. Ma quali sono i documenti necessari per la dichiarazione del reddito all’Università? Che cos’è la DSU e dove scaricare i moduli da compilare per il calcolo ISEE Università? La Dichiarazione Sostitutiva Unica è un documento che contiene le informazioni che descrivono la situazione economica del nucleo familiare e serve per chiedere prestazioni sociali agevolate (esempio: borsa di studio). Per poter calcolare l’ISEE Università occorre compilare i nuovi moduli DSU che si possono scaricare dal sito dell’Inps, oppure possono essere rilasciati dal CAF.

Ma quanto costano le tasse universitarie 2016? Per poter pagare il giusto importo di tasse è necessario dimostrare la capacità contributiva dello studente (se ha nucleo familiare a sé) o della propria famiglia di appartenenza. Una volta calcolato l’ISEE, l’Università assegna allo studente una determinata la fascia di reddito alla quale corrisponde l’importo delle rate delle tasse dell’Università, nonché l’entità delle prestazioni di diritto allo studio cui si ha diritto.

E’ obbligatorio presentare la dichiarazione dei redditi all’ Università? Cosa succede se non si fa l’isee? Fornire al proprio Ateneo l’attestazione dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente del nucleo familiare è obbligatorio. In assenza dello stesso l’Università provvederà ad applicare l’aliquota massima per il calcolo delle tasse universitarie e dei contributi.

Come calcolare l’ISEE e compilare DSU per calcolo tasse universitarie

Istruzioni e guida per la compilazione nel nuovo Isee Università 2016 << scarica

Dopo la Riforma del 2016, è necessario compilare il nuovo modello, che prevede i seguenti moduli e sezioni:

  • modulo MB.1: compilazione obbligatoria per tutti e per tutte le prestazioni.
  • Modulo MB.2: da compilare solo in caso di richiesta di prestazione per il diritto allo studio (studenti universitari).
  • Modulo MB.1rid: da compilare in modo alternativo al modulo MB.1 quando si è in presenza di un nucleo familiare ristretto ad esempio richiedente beneficiario, coniuge e figli. Tale modulo va compilato in caso prestazioni connesse ai corsi di dottorato di ricerca.
  • Modulo FC.1: va compilato da tutti e per tutte le prestazioni, trattasi del modello Mini.
  • Modulo FC.2: da compilare solo in presenza di persone disabili e/o non autosufficienti.
  • Modulo FC.4: da compilare per il calcolo della componente aggiuntiva in caso di: prestazioni universitarie in caso di genitori non coniugati e non conviventi tra loro.

Per completare la propria dichiarazione dei redditi per il calcolo tasse universitarie, occorrerà presentare al CAF o al commercialista il seguente elenco documenti ISEE Università 2016:

  • codice fiscale;
  • documento d’identità valido;
  • ultima dichiarazione dei redditi (modello UNICO o modello 730);
  • certificazione dei redditi (Certificazione Unica, ex CUD);
  • saldo contabile dei depositi bancari e postali;
  • giacenza media annuale dei depositi bancari e postali;
  • azioni o quote detenute presso società od organismi di investimento collettivo di risparmio;
  • dati patrimonio immobiliare così come risultanti da visura catastale;
  • contratto di assicurazione sulla vita.
Calcolo Isee e tasse universitarie

Calcolo Isee e tasse universitarie

Dopo aver presentato la DSU 2016, il dichiarante ottiene ricevuta di avvenuta presentazione. Una volta avvenuta l’acquisizione dei dati dell’anagrafe tributaria da parte del sistema informativo, l’Inps calcola l’ISEE e lo rende disponibile. Generalmente occorrono circa 10 giorni lavorativi per tale operazione.

Istruzioni compilazione Isee DSU 2016


© Riproduzione Riservata