• Google+
  • Commenta
1 marzo 2016

Bonus garanzia giovani per tirocini e per assunzione tirocinante

Bonus garanzia giovani per tirocini
Bonus garanzia giovani per tirocini

Bonus garanzia giovani per tirocini

Arriva il nuovo bonus garanzia giovani per tirocini: ecco cosa cambia per apprendistato e assunzioni in tirocinio: news progetto Garanzia Giovani per assunzione tirocinante.

Al via dall’ 1 marzo 2016 il nuovo bonus Garanzia Giovani che prevede uno specifico incentivo per tutti i datori di lavoro che decidono di assumere, con contratto di lavoro a tempo indeterminato, a fine tirocinio. Incentivi che possono oscillare da un minimo di 3000 euro e arrivare a 12000 euro.

Una nota che sembra donare nuova forza al già avviato progetto Garanzia Giovani che si prefigge come fine quello di limitare il problema legato all’occupazione giovanile e garantire maggiore sicurezza e stabilità a tutti i giovani che decidono di affacciarsi sul mondo del lavoro.

In cosa consiste il bonus Garanzia Giovani 2016?

Gli incentivi di cui prima saranno riconosciuti ai datori di lavoro che decidono di assumere un giovane, con contratto di lavoro a tempo determinato. L’assunzione potrà avvenire a partire dal 1º marzo 2016 e fino al 31 dicembre 2016, per i tirocini avviati o conclusi entro il 31 gennaio 2016, e qualora il dipendente abbia svolto o stia svolgendo un tirocinio extracurriculare che rientra nel piano previsto dal Progetto Garanzia Giovani.

Come si decide lo specifico ammontare del bonus? Il tutto dipende dal profilo del giovane inserito nel programma, con maggiore riguardo per i giovani che hanno riscontrato o potrebbero riscontrare maggiori difficoltà per quanto riguarda l’inserimento nel mondo del lavoro (a causa, ad esempio, di un minor grado di istruzione raggiunto).

Bonus Garanzia Giovani per tirocini: come funziona e requisiti per incentivi

Il nuovo progetto che punta a migliorare l’apprendistato e la conseguente assunzione prende il nome di bonus Garanzia Giovani. Trattasi nello specifico di incentivi per spronare i datori di lavoro (e tutelarli) creando nuova occupazione aziendale, il tutto a vantaggio dei giovani tirocinanti e apprendisti.

La norma che disciplina la fattispecie giuridica è il Decreto direttoriale del Ministero del Lavoro n. 16 del 3 febbraio 2016.  Quali sono i requisiti richiesti per poter beneficiare dei nuovi incentivi previsti dal bonus Garanzia Giovani?

Il datore di lavoro potrà godere degli incentivi previsti a partire da marzo 2016 se:

  • provvede all’assunzione del tirocinante con contratto di lavoro a tempo indeterminato usufruendo delle agevolazioni e dei finanziamenti previsti dal Progetto Giovani;
  • il giovane che svolge il tirocinio in questione non deve essere iscritto né a scuola né all’Università e non deve svolgere alcun altro corso di formazione;
  • l’età del giovane deve essere compresa tra i 15 e i 29 anni.

Il super bonus 2016 si presenta come una grande operazione finanziaria per agevolare l’ingresso nel mondo lavorativo: sono 50 i milioni stanziati per avviare il progetto, destinati a circa 130000 giovani secondo le stime fatte dal governo.

Gli importi degli specifici incentivi previsti dal superbonus sono suddivisibili in 4 differenti classi a seconda del profilo del giovane che prende parte al progetto:

  1. 3000 euro per la prima classe;
  2. 6000 euro per la seconda classe;
  3. 9000 euro per la terza classe;
  4. 12000 euro per la quarta e ultima classe.

Il Super bonus garanzia giovani e le deroghe alla regola “de minimis”

Il datore che si trova nella posizione descritta in precedenza ed è definibile come beneficiario degli incentivi, ne potrà godere nel rispetto del principio comunitario del “de minimis”, descritto dal Regolamento UE n 1407/2013.

Da menzionare è una importante deroga al principio appena citato: è possibile oltrepassare il limite “de minimis”. Ecco le specifiche circostanze che permettono di ottenere il bonus Garanzia Giovani oltre il minimo previsto dalla Comunità Europea:

  • assunzione di un giovane di età compresa tra i 15 e i 24 anni che comporta un incremento occupazionale netto;
  • assunzione di un giovane di età compresa tra i 25 e i 29 anni che oltre a rappresentare un incremento occupazionale netto dell’azienda, deve interessare un giovane che non svolge attività lavorativa da almeno sei mesi o che ha completato la formazione a tempo pieno e ancora non ha ottenuto un impiego;
  • assunzione di un giovane in settori in cui la disparità uomo-donna supera del 25% la media registrata in altri settori.

I tirocini si trasformano in contratti stabili grazie al bonus e si prevede un incremento occupazionale di spessore: più assunzioni a fine tirocinio e bonus doppio per i datori di lavoro che danno vita ad un nuovo contratto a tempo indeterminato.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy