• Google+
  • Commenta
22 marzo 2016

Borracce anti-spreco da Bicocca nella giornata dell’acqua

Borracce anti-spreco da Bicocca nella giornata dell’acqua
Borracce anti-spreco da Bicocca nella giornata dell’acqua

Borracce anti-spreco da Bicocca nella giornata dell’acqua

Giornata dell’acqua, Bicocca distribuisce le borracce anti-spreco. 

In occasione della Giornata mondiale dell’acqua, ricordata in Ateneo con il convegno “Acqua, una risorsa a portata di rubinetto” organizzato in collaborazione con MM SpA, l’Università di Milano-Bicocca ha iniziato la distribuzione delle borracce riutilizzabili a studenti e personale che si riforniranno ai distributori. Obiettivo: meno plastica e CO2.

Inizia oggi la distribuzione delle borracce riutilizzabili “Mynox”, che l’Università di Milano-Bicocca mette a disposizione di studenti e personale per ridurre il consumo di plastica e l’immissione di anidride carbonica nell’atmosfera. L’Ateneo ha scelto la Giornata mondiale dell’acqua per aggiungere quest’altro importante tassello a Bicocca sostenibile, un progetto di sostenibilità ambientale, sociale ed economica di ampio respiro in atto in tutto il campus universitario.

La distribuzione delle borracce, realizzate dallo spin-off universitario Fem2 ambiente, è iniziata oggi in occasione del convegno “Acqua, una risorsa a portata del rubinetto”, organizzato in collaborazione con MM spa, gestore del servizio idrico integrato della città di Milano. Le borracce saranno distribuite gratuitamente a tutti i partecipanti. Il mese prossimo saranno poi donate ai primi mille studenti che risponderanno a un questionario.

Giornata dell’acqua, Bicocca distribuisce le borracce anti-spreco

L’iniziativa va di pari passo con la realizzazione, in corso in tutto il campus, di erogatori di acqua di rete dotati di filtri, sistemi de-batterizzanti e gasatori, che consentiranno di rifornirsi gratuitamente di acqua microbiologicamente pura, anche frizzante, con caratteristiche qualitative superiori rispetto agli standard minimi previsti dalla pur severa normativa sulle acque potabili. Il tutto senza generare rifiuti in plastica, contribuendo a ridurre sensibilmente l’impronta di carbonio dell’Ateneo. Bicocca sostenibile coordinerà tutti i soggetti dell’Ateneo coinvolti nella riduzione dell’impronta di carbonio attraverso “BASE”, acronimo di «Bicocca Ambiente Società Economia», una rete che convoglierà esperienze di ricerca e buone prassi finalizzate a raggiungere significativi obiettivi di sostenibilità non solo all’interno delle mura dell’Ateneo, ma anche nel territorio circostante. A tal fine le scorse settimane sono già state installate le nuove isole ecologiche per la raccolta differenziata in tutti i piani degli edifici, mentre il personale potrà ritirare le borracce man mano che saranno installati gli erogatori.

Milano-Bicocca è tra gli Atenei promotori della Rete delle università per la sostenibilità e aderisce all’International sustainable campus network. Di acqua si occupa il suo centro di ricerca “PolARis”, che ha monitorato la notevole quantità di plastica risparmiata grazie alla sperimentazione dei sei erogatori già in funzione: da gennaio ad ottobre 2015 sono stati prelevati circa 95 mila litri d’acqua, per un risparmio ipotetico di circa 190 mila bottigliette di plastica e, quindi, quasi 6.800 chilogrammi di CO2 equivalente in meno nell’atmosfera, all’incirca quanto quelli prodotti da otto voli Milano – New York andata e ritorno. Entro la primavera sarà disponibile almeno un erogatore per ciascun edificio universitario di Milano e Monza.

Durante il convegno saranno premiati i vincitori del contest fotografico sul tema dell’acqua, bandito dall’Università e da MM. Tutte le informazioni sulla conferenza e sul concorso sono disponibili dalla pagina del sito dedicato.


© Riproduzione Riservata