• Google+
  • Commenta
2 marzo 2016

Concorso docenti non abilitati: ricorso concorso scuola Anief, ecco come essere ammessi

Ultime novità sul concorso docenti scuola
Concorso docenti non abilitati

Concorso docenti non abilitati

Ultime notizie concorso docenti non abilitati esclusi dal bando in Gazzetta Ufficiale, a differenza dei docenti abilitati: news ricorso concorso scuola, Anief spiega come essere ammessi.

Pubblicato il bando concorso scuola 2016: Anief minaccia ricorsi, ancora una volta non è stato bandito un concorso docenti non abilitati.

Potranno essere ammessi alla selezione, come previsto dalle Legge 107 dell Buona Scuola, solamente gli insegnanti in possesso dell’abilitazione TFA, PAS o titoli abilitanti all’insegnamento equivalenti. Inoltre anche per gli aspiranti docenti che abbiano conseguito il diploma magistrale entro l’anno accademico 2001/2002 potranno iscriversi seguendo la procedura prevista per il bando infanzia e primaria, come previsto dall’articolo 3 dello stesso bando.

L’associazione sindacale professionale Anief ribadisce che sono troppi i punti di illegittimità presenti all’interno del testo dei tre badi. Marcello Pacifico, Presidente Anief, invita pertanto tutti i laureati e gli insegnanti di ruolo che non hanno i requisiti d’accesso previsti dal bando concorso scuola 2016, a presentare ugualmente la domanda. Si procederà quindi con i ricorsi per ottenere nuovamente un esito positivo alle azioni legali che si intendono intraprendere, come già successo nel 2012. Secondo quanto dichiarato nel corso di un’intervista, Pacifico ha ricordato che ” In Consiglio di Stato ha annullato il bando dell’ultimo concorso a cattedra grazie ai ricorsi presentati dall’Anief, laddove escludeva i laureati dopo il 2012 o ancora i docenti di ruolo.

Concorso docenti non abilitati: Anief minaccia ricorso al concorso scuola 2016, come funziona

Il Miur ha pubblicato in Gazzetta Ufficiale i tre bandi distinti per gli insegnanti della scuola dell’infanzia e primaria, scuola secondaria di primo e secondo grado, ed infine un bando anche per il sostegno. Il concorso docenti non abilitati si è rivelato essere presto soltanto un’illusione per i numerosi precari che da anni svolgono la loro professione. Infatti tutti quegli insegnanti che da tempo svolgono la loro professione ma non sono in possesso dell’abilitazione, c’è l’esclusione dal concorso scuola 2016. Ma ad essere esclusi sono anche coloro i quali stanno attualmente ultimando un corso di studi per ottenere l’abilitazione, come pure i docenti precari con 36 mesi di servizio, gli abilitandi di sostegno o TFA, e colo i quali sono abilitati all’estero, ma con un titolo diverso tra quelli riconosciuti dal Ministero.

E’ a queste categorie che Anief consiglia di presentare ugualmente la domanda di iscrizione per partecipare alla proceduta concorsuale prevista. Nessun concorso docenti non abilitati sembra essere in previsione per i prossimi tre anni. L’unica cosa da fare per gli aspiranti docenti non abilitati sembra proprio quella di percorrere la via del ricorso, anche se le difficoltà per chi intende svolgere l’attività d’insegnamento non sono poche. Infatti, oltre che essere in possesso dei requisiti di accesso previsti nei bandi, è necessari avere anche ulteriori titoli valutabili per incrementare il proprio punteggio di ammissione, ed essere in possesso delle conoscenze necessarie per superare la prova scritta computer based e il colloquio orale con la commissione esaminatrice.

I motivi del ricorso e le difficoltà del concorso docenti 2016

Se per un concorso docenti non abilitati sembrano essersi perse le speranze, Marcello Pacifico ha chiarito che anche per chi è in possesso dei requisiti per essere ammesso alla procedura concorsuale ci saranno numerose difficoltà. Infatti se i posti disponibili sono 64 mila, ad inoltrare la domanda d’iscrizione si prevede che saranno quasi 250 mila precari, quindi mediamente solamente una persona su tre risulterà vincitore di concorso ed idoneo all’insegnamento.

News concorso docenti non abilitati

News concorso docenti non abilitati

La graduatoria di merito che sarà pubblicata avrà valenza triennale: per coloro i quali sono risultati vincitori di concorso non vi è alcuna certezza di essere assunti nel triennio indicato.

L’iter che conduce al superamento dell procedura concorsuale è davvero complicato, soprattutto in seguito al’accorpamento delle classi di concorso. Infatti numerosi docenti finiranno col doversi preparare in tempi davvero brevi su materie che non hanno mai incontrato nel loro percorso di studi. Una difficoltà da tener conto, per diversi legali ritenuta illegittima in quanto si verrebbe a creare una condizione penalizzante rispetto ad altri candidati che invece non hanno subito modifiche e novità per le relative classi di concorso.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy