• Google+
  • Commenta
5 marzo 2016

Giornata Internazionale delle Donne 2016 a Unime

Giornata Internazionale delle Donne 2016 all’Università degli Studi di Messina: le celebrazioni Unime.

L’Università degli Studi di Messina celebra l’8 marzo – Giornata internazionale delle Donne – con un articolato programma.

Nel pomeriggio, dalle ore 15.00 alle ore 18.30, presso l’Aula Magna “L. Campagna” del Dipartimento di Scienze Politiche e Giuridiche (Piazza XX Settembre n. 4), si terrà la Giornata conclusiva dei seminari sulla violenza di genere, organizzati dal Dipartimento di Scienze Politiche e Giuridiche e dal CUG dell’Ateneo messinese, con la collaborazione della Consigliera provinciale di Parità. Dopo i saluti istituzionali e l’introduzione della responsabile scientifica e coordinatrice dei seminari, prof. M. Antonella Cocchiara, prenderà la parola la dott.ssa Maria Pia Giuffrida, già dirigente generale dell’Amministrazione penitenziaria dello Stato, presidente dell’Associazione “Spondè” e responsabile della “Casa del diritto e della mediazione”. Il suo intervento sarà preceduto dalla proiezione del video-intervista a Jacqueline Morineau “La Mediazione umanistica”. Seguirà la proiezione dei brevi spot realizzati da alcuni corsisti nell’ambito del Laboratorio di comunicazione sulla violenza di genere.

Incontro pubblico a Unime per la Giornata Internazionale delle Donne 2016

L’incontro è aperto al pubblico. Per gli studenti dell’Ateneo messinese, la partecipazione è certificata da un attestato ai fini del conferimento di CFU. Inoltre, nella sala d’ingresso del Dipartimento, dal giorno precedente e fino al 10 marzo, sarà allestita la Mostra di disegni “Violate”, messa gratuitamente a disposizione dall’artista messinese Lelio Bonaccorso.

In serata, a chiusura del percorso formativo sulla violenza di genere avviato il 24 novembre 2015, l’Ateneo messinese, insieme all’Associazione di ex allievi ALuMnime e al Comitato Unico di Garanzia (CUG), manderà in scena lo spettacolo “La sonata a Kreutzer” di Ludwig van Beethoven e Lev Tolstòj, trio per voce umana, pianoforte e violino, con Giancarlo Zanetti, che ne ha curato anche la regia, al pianoforte Chiara Zago e al violino Simone Miceli.

Tolstoj scrive una vicenda che sembra presa dalle pagine di un nostro quotidiano e che è apparsa ideale a conclusione di un percorso formativo inteso anche a ricordare, riconoscere, sottolineare quanto sottile e definitivo sia il momento che porta un uomo, che fraintende l’amore per una donna con il senso di dominio su di lei e il suo corpo, ad uccidere l’oggetto del proprio “amore”. Una meravigliosa prova d’attore per uno spettacolo raffinato e unico, un concerto intenso e difficile per una partitura messa in scena con grande talento dai maestri d’orchestra.

Lo spettacolo, gratuito e aperto al pubblico, si svolgerà nell’Aula Magna dell’Università, Piazza Salvatore Pugliatti n. 1, con inizio alle ore 21.30. Per gli studenti dell’Ateneo peloritano, la partecipazione è certificata da un attestato utile ai fini del riconoscimento di CFU.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy