• Google+
  • Commenta
29 marzo 2016

Modello 730 precompilato 2016: scadenza invio, novità istruzioni

Invio 730 precompilato
Modello 730

Modello 730

Nuovo modello 730 precompilato 2016: novità scadenza invio 730, modello congiunto, documentazione per dipendenti e pensionati e istruzioni compilazione dei modelli online.

Il modello 730 precompilato renderà più facile ed immediata la dichiarazione dei redditi per l’anno 2015 per circa 30 milioni di contribuenti, secondo le stime dell’Agenzia delle Entrate. Ma qual è la scadenza e quali sono le novità introdotte quest’anno? A partire dal prossimo 15 aprile sarà possibile seguire le istruzioni della nuova procedura online, e verificare oneri deducibili e tutte le altre informazioni previste dal 730 precompilato.

In realtà l’operazione è già stata avviata ed il Fisco è già in possesso di alcune delle informazioni che riguardano premi assicurativi, spese funebri, spese universitarie, interessi passivi sui mutui, contributi previdenziali e spese mediche.

Ma le novità più importanti sembrerebbero riguardare proprio le spese sanitarie grazie alle oltre 500 milioni di informazioni recuperate dal Sistema Sanitario Nazionale, alle quali si aggiungono anche i 120 milioni di documenti attinti dal sistema Tessera Sanitaria. Sono circa 14,5 miliardi di spese da indicare nello spazio delle detrazioni, alle quali poi vanno aggiunte le spese sanitarie per i farmaci da banco privi della prescrizione medica. Ma le ultime novità riguardano anche l’arrivo di Spid, il nuovo Pin Unico della P.A., ed il modello Unico precompilato.

Modello 730-2016: come richiedere il Pin, istruzioni, novità e 730 precompilato congiunto

Modello Agenzia delle Entrate del 730 2016 per i redditi 2015 << scarica gratis

L’Agenzia delle Entrate quest’anno sta rivoluzionando la procedura per la compilazione dei redditi del 2015: la platea degli interessati è di oltre 30 milioni di contribuenti. Infatti ai 20 milioni di pensionati e lavoratori dipendenti, si aggiungono anche i 10 milioni di contribuenti che invece compilano il modello Unico. Ma come si accede e quali informazioni contiene il 730 precompilato 2016? In pratica, a partire dal 15 Aprile, l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione all’interno del proprio sito una sezione all’interno della quale ciascun contribuente potrà accedere e trovare le informazioni necessarie per il modulo della dichiarazione dei redditi

Per poter accedere al modello 730/2016 è necessario essere in possesso di uno specifico codice Pin, che può essere richiesto sul sito www.agenziaentrate.gov.it, presso gli uffici territoriali dell’Agenzia delle Entrate, oppure sul sito dell’Inps. Inoltre segnaliamo anche l’arrivo di Spid, il nuovo sistema pubblico di Identità digitale che permette ai cittadini di accedere con credenziali uniche a tutti i servizi online delle pubbliche amministrazioni e delle imprese aderenti. In alternativa per accedere al 730/2016 è possibile anche delegare il proprio sostituto di imposta, un Caf o un professionista abilitato.

A partire dal 15 Aprile il modello Unico precompilato e 730 precompilato saranno online. Il lavoratore dipendente o il pensionato potrà accettare il 730 così com’è, oppure potrà modificarlo per integrare eventuali altre informazioni utili per la dichiarazione dei redditi. I coniugi possono presentare il 730 congiunto online, unendo le proprie dichiarazioni dei redditi.

Oneri detraibili e scadenza modello 730 e Unico precompilato

Istruzioni compilazione modello Agenzia delle Entrate 730 2016 << scarica

Ricordiamo la scadenza 730: sarà possibile inviare tutta la documentazione utile al Fisco dal 2 maggio al 7 luglio direttamente dal proprio PC, o delegando il proprio sostituto d’imposta, un professionista o il Caf. Il modello Unico precompilato può essere trasmesso al Fisco dal 2 maggio al 30 settembre.

Istruzioni 730 Precompilato

Istruzioni 730 Precompilato

Ma quali informazioni contiene il modello 730 precompilato?

I dati presenti sono quelli forniti direttamente dall’Anagrafe tributaria, e riguardano i versamenti effettuali con il modello F24, ma anche contratti di locazione registrati, nonché compravendite immobiliari ed altre informazioni deducibili dalle dichiarazioni dei redditi dell’anno precedente.

Tra le informazioni riportate nel 730 ci sono gli oneri detraibili trasmessi da altri istituti, come le spese funebri, gli interessi passivi sui mutui, i contributi previdenziali, spese funebri e spese mediche e universitarie.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy