• Google+
  • Commenta
7 aprile 2016

Chi deve pagare il canone Rai 2016, chi no e come non pagarlo

Chi deve pagare il canone rai 2016
Chi deve pagare il canone rai 2016

Chi deve pagare il canone rai 2016

Ecco chi deve pagare il canone Rai 2016 in bolletta Enel: chi lo paga e chi no, esenzioni, come non pagarlo e modulo esenzione, disdetta e rimborso.

L’abbonamento rai 2016 sarà addebitato direttamente in bolletta elettrica a chi deve pagare il canone, mentre chi è esente può produrre tutta la documentazione necessaria per poter ottenere la disdetta.

Infatti a partire da luglio 2016 all’interno delle bolletta enel o di altro fornitore di energia elettrica sarà addebitata una prima maxi rata di 70 euro, e successivamente ulteriori 10 euro mensili, per un costo totale dell’abbonamento televisivo di euro 100.

Per poter eseguire l’autocertificazione nei tempi previsti è necessario capire chi non deve pagare il canone rai tv tra inquilino o proprietario, ad esempio, ma anche come non pagare se si ha diritto all’esenzione.

Cerchiamo di fare chiarezza con una breve guida che spiega che cos’è il canone rai, quali sono le novità di quest’anno e come disdire l’abbonamento televisivo se si è over 75 o si ha diritto all’esenzione.

Chi deve pagare il canone Rai 2016 e chi no: ecco a chi spetta l’esenzione, scarica modulo

Dichiarazione sostitutiva per Esenzione del pagamento del canone RAI << scarica

La grande novità di quest’anno è che la quota annuale dell’abbonamento televisivo a partire da luglio 2016 sarà corrisposta alla Radiotelevisione Italiana attraverso il pagamento della bolletta dell’energia elettrica. La nuova modalità di pagamento ha però suscitato diverse polemiche in quanto non è facile capire chi deve pagare il canone rai e chi no.

Devono pagare il canone tutti i titolari di un contratto di fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale. Dal 1 gennaio 2016 tutti coloro i quali hanno intestata un’utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui hanno la residenza anagrafica devono pagare l’abbonamento televisivo.

Non arriverà, dunque, alcun bollettino da pagare nelle case degli italiani, ma il frazionamento della tassa sulla televisione è automatico e sarà corrisposto insieme al pagamento della bolletta elettrica. L’imposta si rinnova ogni anno tacitamente e il contribuente è obbligato al suo pagamento ma, se desidera la disdetta,  potrà verificare se è in possesso dei seguenti requisiti per l’esenzione.

Come ottenere l’esenzione e chi deve pagare il canone rai: requisiti

Richiesta rimborso canone Rai – modulo rimborso per pagamento non dovuto << scarica

Tra i soggetti che possono chiedere la disdetta ci sono gli over 75, chi non ma anche chi non ha un apparecchio televisivo, o chi ha un nucleo familiare con reddito lordo inferiore a 8.000 euro. Inoltre anche gli studenti e i lavoratori fuori sede non devono pagare il canone, purché conservino la residenza presso il nucleo familiare principale.

Ma come si fa a non pagare il canone rai? Se non si rientra tra chi deve pagare il canone rai tv, a partire dal 4 Aprile è possibile comunicare all’Agenzia delle Entrate i motivi per cui si ha diritto all’esenzione, compilando l’apposito modulo. Attraverso la procedura telematica è possibile ottenere l’esenzione in maniera rapida ed immediata, dopo aver compilato il modello presente sia sul sito ufficiale della Rai che sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Altrimenti è possibile inviare una raccomandata all’indirizzo: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino con il modello compilato ed un valido documento di identità.

Ricordiamo che la scadenza per l’autocertificazione da presentare tramite raccomandata è stata fissata al 30 aprile.

Renzi e il Canone Rai 2016 in bolletta

Renzi e il Canone Rai 2016 in bolletta

Mentre chi procederà a chiedere l’esenzione in via telematica avrà tempo fino al 10 maggio 2016. Ricordiamo che la disdetta ha validità di un anno e che quindi dovrà essere rinnovata ogni volta. Per ottenere maggiori informazioni è possibile chiamare il numero verde gratuito 800.93.83.62, oppure recarsi presso il Caf per ottenere maggiori chiarimenti sulla documentazione da produrre e verificare se sussistono i requisiti per ottenere l’esenzione.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy