• Google+
  • Commenta
18 aprile 2016

Festa della Liberazione 2016: data e durata vacanze scolastiche

Festa della Liberazione 2016
Festa della Liberazione 2016

Festa della Liberazione 2016

Il 25 aprile si festeggia la Festa della Liberazione 2016: data delle festività e in cui non si va a scuola, ponte anniversario della liberazione e durata vacanze scolastiche.

Festa della Liberazione 2016: data, che giorno è, giorni di festa per il ponte e qual è la durata delle vacanze scolastiche.

La Festa della Liberazione 2016 rappresenta una data molto importante per la storia d’Italia ed è considerato un giorno festivo sia a scuola che a lavoro.

Ma che giorno è quando cadrà questa festa civile e quanti sono i giorni di festa? Perchè si ricorda questa data?

Il 25 Aprile 2016 sarà il 71° anniversario della liberazione d’Italia: molti sono gli eventi  e le iniziative organizzati per ricordare questa particolare ricorrenza.

La lotta partigiana durante la Seconda Guerra Mondiale si concluse con una importantissima vittoria per il nostro Paese che nel 1945 venne definitivamente liberato dall’occupazione del regime fascista.

Questo anniversario, noto anche come Festa della Liberazione e della Resistenza, viene ricordato ogni anno e le attività lavorative statali per un giorno si interrompono a ricordo di quell’evento. Ma la scuola resterà chiusa o aperta il 25 Aprile?

Festa della Liberazione 2016: scuola chiusa per il giorno 25 Aprile e data vacanze scolastiche

Come è facile intuire dando un’occhiata al calendario, le scuole resteranno chiuse, quindi gli studenti potranno concedersi una breve pausa prima delle vacanze scolastiche. I maturandi alle prese con la preparazione degli esami potranno quindi prendersi un giorno di riposo dagli impegni scolastici e approfittarne per ultimare la tesina o prepararsi in vista delle ultime prove e simulazioni d’esame.

La Festa della Liberazione 2016 rappresenta un giorno festivo particolarmente strategico per gli studenti che in questo periodo sono alle prese con interrogazioni e compiti. Saranno quindi due i giorni di festa consecutivi, dato che il 25 Aprile quest’anno viene di lunedi, e per molti, quindi, si tratterà di un weekend lungo.

Nonostante le previsioni meteo sembrano annunciare tempo instabile, chi è libero dagli impegni della scuola potrebbe prendere parte ai numerosi eventi e manifestazioni che si terranno nel corso della giornata nelle principali città italiane.

Il ponte del 25 Aprile per le scuole rappresenta una delle ultime pause prime delle vacanze estive, poichè il 1 Maggio, la festa dei lavoratori, sarà di domenica quest’anno. Il prossimo giorno di festa sarà il 2 Giugno, data in cui si ricorda la Festa della Repubblica, che cadrà di giovedì e per molti potrebbe rappresentare l’occasione per un ponte scolastico lungo.

Cosa si festeggia il 25 Aprile, anniversario e Festa della Liberazione 2016

Il significato politico di questa data è molto forte, tant’è che ogni anno in occasione della Festa della Resistenza lo Stato sospende quasi tutte le attività lavorative, o perlomeno quelle statali. Il 25 Aprile 1945 il Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia, ordinò a tutte le forze partigiane di attaccare i presidi fascisti e di costringerli alla resa. Furono emanati alcuni decreti legislativi ed il CLNAI prese il potere “in nome del popolo italiano“, condannando a morte tutti i gerarchi fascisti. Tre giorni dopo anche Benito Mussolini sarebbe stato catturato e fucilato come testimoniano anche numerose immagini del tempo.

In occasione della Festa della Liberazione 2016 si ripercorrono questi questi fatti sotrici, e ricordare perchè si festeggia il 25 Aprile diventa un’occasione per non dimenticare la lotta partigiana a favore della libertà del popolo italiano.

Anniversario della Liberazione

Anniversario della Liberazione

Nel 1945 furono liberate nel giro di pochi giorni le principali città occupate: il 21 aprile Bologna, poi il 23 fu la volta di Genova ed il 28 aprile toccò a Venezia.

Le forze nazifasciste si arresero definitivamente all’esercito alleato il 3 Maggio, data che segna anche la fine della Seconda Guerra Mondiale.

L’anno successivo il presidente del Consiglio Alcide De Gasperi e il principe Umberto II, emanarono un decreto legislativo luogotenenziale che stabiliva che il 25 Aprile fosse ricordata come festa nazionale.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy