• Google+
  • Commenta
30 maggio 2016

Imu e Tasi 2016: quando si paga, chi paga e chi non deve pagare

Imu e Tasi 2016
Imu e Tasi 2016

Imu e Tasi 2016

Ultime notizie sull’acconto Imu e Tasi 2016: quando si paga, scadenze, chi paga l’imposta annua sulla prima casa e chi non deve pagare, grazie alle esenzioni per la seconda casa.

Il calcolo della prima rata di Imu e Tasi 2016 è fatto in base alla dichiarazione dei redditi, e il 16 giugno è la data prevista per la scadenza del saldo e dell’acconto delle due patrimoniali. Ma quali sono le differenze tra Tasi e Imu 2016 e chi deve pagare?

La Tasi è la tassa comunale per i Servizi Indivisibili erogati in maniera uguale a tutti i cittadini (illuminazione, pulizia stradale, cura del verde). Il calcolo della Tasi prima e seconda casa per il 2016 si fa in base all’aliquota decisa dai Comuni e dalle detrazioni che gli stessi possono applicare.

L’Imu è l’imposta municipale unica sulla proprietà degli immobili.

Il calcolo dell’Imu prima e seconda casa è determinato partendo dal valore catastale dell’immobile, moltiplicata per i coefficienti stabiliti dalla legge in base alla tipologia dell’abitazione.

La Legge di Stabilità per l’anno 2016 prevede diverse novità per i due tributi, come l’esenzione per la prima casa che ha garantito un risparmio per oltre 20 milioni di abitazioni.

Imu e Tasi 2016: aliquote e detrazioni acconto della prima rata – chi paga e scadenze

Le scadenze per entrambe le patrimoniali sono fissate per il 16 giugno, data in cui gli italiani sono chiamati a versare il 50% dell’imposta annua. Ma chi paga tra proprietario ed inquilino e chi invece potrà beneficiare delle esenzioni previste per quest’anno?

Grazie all’ultima Finanziaria, sono esenti dal pagamento di entrambi i tributi i proprietari dell’abitazione principale, salvo le categorie di lusso A1, A8 e A9. L’inquilino non paga l’Imu, ma potrebbe dover pagare tra il 10 ed il 30% di Tasi se l’immobile per cui paga l’affitto non è la sua abitazione principale. Il proprietario locante paga entrambe le patrimoniali, mentre chi è proprietario della sola abitazione principale e relative pertinenze non paga le imposte locali sugli immobili. Ricordiamo che è esonerata una pertinenza per tipo, come box, cantine e solai, ma se l’immobile è stato affittato, allora il proprietario è tenuto al pagamento di Tasi e Imu. Per i terreni agricoli non sono previste esenzioni per la sola imposta municipale unica, tranne che per le zone montane.

Acconto Imu e Tasi: come si pagano, scadenze e novità per il 2016

Il saldo di entrambe le patrimoniali deve essere effettuato entro il 16 dicembre 2016 secondo le modalità previste dal proprio. Per sapere come pagare Imu e Tasi, basta farsi assistere dal CAF più vicino o procedere da soli al calcolo dell’imposta in base alle aliquote fissate dal proprio Comune. Ricordiamo che non sono previsti aumenti rispetto alle aliquote fissate per il 2015.

Il pagamento può avvenire tramite modello F24 ordinario o semplificato, se il saldo del pagamento è pari o inferiore a mille euro. Per importi superiori si potranno utilizzare F24 precompilativi e inviati dai Comuni, o i bollettini postali.

Tra le novità da segnalare quest’anno, c’è appunto l’esenzione della prima casa per Imu e Tasi, tranne per le abitazioni principali accatastate come A1, A8 e A9. Si può godere anche di altri benefici e ulteriori riduzioni le gli immobili sono concessi in uso gratuito tra parenti in linea retta di primo grado.

Calcolo tasse sulla casa

Calcolo tasse sulla casa

In questo caso, per usufruire dell’esenzione anche del 50%, è necessario soddisfare rigidi requisiti. Infatti le abitazioni date in uso gratuito ai familiari in linea retta di primo grado, possono usufruire dello sconto del 50 % per entrambi i tributi se il contratto di comodato è registrato e se i parenti utilizzano l’immobile come abitazione principale.

Inoltre il comodante non deve essere proprietario di nessun altro immobile e deve avere la residenza in un Comune diverso da quello in cui risulta essere la casa concessa in comodato. Al seguente link trovate i codici tributo per il pagamento dell’Imu 2016.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy