• Google+
  • Commenta
31 maggio 2016

Pinacoteca di Varallo Sesia: studenti Upo schedatori e catalogatori

Dipinto della Pinacoteca di Varallo Sesia
Dipinto della Pinacoteca di Varallo Sesia

Dipinto della Pinacoteca di Varallo Sesia

Gli studenti Upo diventano schedatori e catalogatori per la Pinacoteca di Varallo Sesia.

La Pinacoteca di Varallo Sesia ospiterà per due giorni il Laboratorio di Riconoscimento, schedatura e catalogazione delle opere d’arte del DiSUm.

La Pinacoteca di Varallo Sesia (VC) si trasformerà per due giorni in sede universitaria: giovedì 9 e venerdì 10 giugno, infatti, ospiterà il Laboratorio di Riconoscimento, schedatura e catalogazione delle opere d’arte del Dipartimento di Studi Umanistici di Vercelli.

Il Laboratorio, che fa parte dell’attività didattica curricolare, intende formare gli studenti, avvicinandoli al mondo della catalogazione dei Beni Culturali nella prospettiva di una loro qualificazione professionale rivolta ad un ambito che offre importanti ed attuali occasioni lavorative e di ricerca.

L’iniziativa si svolge nel quadro della lunga e fattiva collaborazione in atto da anni tra le due istituzioni e in particolare con la Cattedra di Storia dell’Arte Moderna tenuta dalla professoressa Patrizia Zambrano. In questo quadro sono in corso da alcuni anni, di concerto con la Direttrice dottoressa Carla Falcone e con i conservatori della Pinacoteca, sia l’importante campagna di catalogazione della collezione delle cornici antiche dei dipinti della Pinacoteca, sia alcune attività di ricerca che riguardano aspetti rilevanti della storia delle collezioni, della documentazione d’archivio, delle opere d’arte custodite presso l’istituzione valsesiana.

Opere d’arte e dipinti della pinacoteca di Varallo Sesia analizzati dagli studenti Upo

Sono otto – 7 dipinti e una scultura – le opere d’arte che gli studenti partecipanti al laboratorio analizzeranno, studieranno e catalogheranno, seguendo gli standard ministeriali e utilizzando il software Sigecweb dell’ICCD. Durante le operazioni gli studenti saranno seguiti dalla dottoressa Viviana Gili, catalogatrice Sigec, che svolgerà attività di tutoraggio nella compilazione delle schede.

«Nell’ambito della lunga e fattiva collaborazione con la Pinacoteca di Varallo che si è manifestata, nel corso degli anni, in forme varie e diverse, tutte altamente qualificanti per il Dipartimento di Studi Umanistici – ha sottolineato la professoressa Zambrano – questo Laboratorio costituisce un tassello importantissimo per la possibilità offerta agli Studenti di verificare direttamente, sulle opere, quanto appreso a lezione. Le difficoltà che incontreremo richiederanno il nostro massimo impegno ma sono certa che il supporto dello staff della Pinacoteca e l’impegno degli Studenti ci permetteranno di superare questo test di carattere pratico ed operativo che è come la vera e propria ‘prova del fuoco’ per il catalogatore in erba. Auspico che queste forme di attività comuni tra Università e istituzioni del territorio possano proseguire e ampliarsi».

Il Laboratorio è legato all’attività del Dipartimento di Studi Umanistici come Ente Schedatore Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione, un importante riconoscimento conferito con decreto del Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed il Turismo nel gennaio 2014 in relazione alla campagna di catalogazione in corso presso l’Archivio di Stato di Vercelli e che si concentra sul fondo di disegni Arborio Mella. Al progetto collaborano numerosi tesisti del triennio e della laurea magistrale, con il coordinamento della professoressa Zambrano.


© Riproduzione Riservata