• Google+
  • Commenta
6 maggio 2016

Prove scritte concorso scuola: argomenti e tracce concorsone 2016

Argomenti e tracce prove scritte concorso scuola 2016
Argomenti e tracce prove scritte concorso scuola 2016

Argomenti e tracce prove scritte concorso scuola 2016

Ultimi aggiornamenti prove scritte concorso scuola: ecco quali sono gli argomenti e ultime tracce, domande e quesiti, risposte e soluzioni del concorsone docenti di oggi 6 maggio 2016.

Le prove scritte concorso scuola del 6 maggio 2016 concludono la prima settimana del concorsone che vede impegnati fino a luglio 2016 circa 165mila docenti precari.

Oggi si misureranno con le domande della prova computer based i docenti di sostegno della scuola primaria (SOST-EE) e gli insegnanti di tecnologie e tecniche per la grafica (classe di concorso A62).

La sessione pomeridiana del concorso docenti 2016 del 6 maggio vedrà impegnati i professori di Laboratori di scienze e tecnologie chimiche e microbiologiche (B12).

Sempre nel pomeriggio di venerdi sarà il turno degli insegnanti della A05, Design del tessuto e della moda, e A38, Scienze e tecnologie delle costruzioni aeronautiche.

Al seguente link troverete le tracce delle prove scritte che si sono svolte questa settimana. Gli argomenti trattati nei quesiti e le domande rivolte ai candidati che hanno sostenuto la prova possono aiutare a comprendere come saranno strutturati i prossimi test e su quali materie o argomenti conviene soffermarsi maggiormente.

Prove scritte concorso scuola: argomenti e tracce, domande e risposte concorsone docenti

*Tracce, argomenti e soluzioni concorso scuola del 6 maggio 2016 << scarica

Nel file che trovate in allegato all’interno dell’articolo saranno aggiornate le domande man man che si conosceranno le prime indiscrezioni sui quesiti di oggi. Come già successo nel corso delle altre giornate, i candidati che hanno sostenuto la prova computer based del concorsone hanno fornito preziose indicazioni e suggerimenti che abbiamo riportato nel corso degli aggiornamenti di questa prima settimana.

Finora non ci sono state domande sulle avvertenze generali, ma nelle prove scritte sono state richieste Unità Didattiche, uda e tutto ciò che potrebbe riguardare griglie e metodi di valutazione,competenze, conoscenze e abilità. Alcune tracce vertevano sulla didattica per DSA e Bes. Le domande non sono state di tipo nozionistico, ma è argomentare, seppur in maniera generica, nel poco tempo a disposizione è stato un forte limite.

I quesiti testano le competenze metodologiche didattiche dei candidati, ma a fare la differenza sarà l’esperienza e l’abilità alla tastiera. La velocità nell’organizzare le idee (senza l’aiuto di carta e penna) e essere rapidi nella scrittura al computer sono fattori che incideranno molto sul buon esito della prova.

Cosa succederà dopo le prove scritte concorso scuola 2016

Il mese di maggio sarà interamente occupato dallo svolgimento della prova scritta da parte degli aspiranti docenti per ogni classe di concorso. Il calendario delle prove potrebbe subire degli aggiornamenti alla luce delle ultime novità. Il mese di giugno, quindi, sarà dedicato alla correzione delle prove: le commissioni dovranno quindi decretare chi e quanti saranno gli idonei che all’orale avranno maggiori possibilità di finire in graduatoria.

Dopo aver studiato per le prove scritte concorso scuola, i candidati dovranno tornare nuovamente sui libri per prepararsi a studiare un’intera estate in vista della prova orale.

Infatti proprio a luglio si terrà il colloquio con la commissione della durata di 45 minuti così divisi: 35 minuti saranno dedicati alla simulazione di una lezione, mentre negli altri 10 minuti la commissione potrà rivolgere al candidato alcune domande. Il colloquio verterà sui contenuti della lezione e sull’accertamento della conoscenza della lingua straniera.

News prove scritte concorso scuola

News prove scritte concorso scuola

Per gli insegnanti di sostegno, la prova orale valuterà le competenze del candidato nelle attività di sostegno all’alunno con disabilità. Il colloquio verificherà le abilità del candidato per favorire l’apprendimento della lezione curricolare, e la capacità di trasmissione e di progettazione didattica con riferimento alle diverse tipologie di sostegno.

Alcune delle domande della commissione verificheranno il livello di conoscenza della lingua straniera. Infine, secondo quanto previsto dal bando del Miur, a settembre dovrebbero esserci le prime assunzioni del concorso a cattedra 2016.


© Riproduzione Riservata