• Google+
  • Commenta

Tracce concorso scuola: prove scritte concorsone 31 maggio 2016

Tracce concorso scuola dell'Infanzia

Ultime notizie sulle domande e tracce concorso scuola: scarica Pdf con quesiti prove scritte scuola dell’Infanzia, test Concorsone del 31 maggio 2016, news correzioni e data prova orale.

Si conclude ufficialmente oggi la prima fase del concorso docenti iniziato lo scorso 28 aprile, con la prova scritta computerizzata che è stata sostenuta dall’ultimo gruppo di insegnanti. Le ultime tracce concorso scuola ad essere state svolte sono state quelle delle prove scritte per gli aspiranti docenti di Infanzia.

I test ed i quesiti sono ufficialmente terminati, e tra polemiche ed irregolarità, sta per iniziare una nuova e delicata fase, quella delle correzioni.

Le domande della prova scritta di Scuola dell’Infanzia saranno riportate di seguito, ricordiamo che, come per tutti gli altri quesiti, il tempo a disposizione è stato di 150 minuti.

Gli ultimi otto quesiti sono stati svolti dai futuri mastri: sei domande a risposta aperta e due con risposte a scelta tra quelle proposte dalla traccia in lingua straniera.

Tracce concorso scuola 2016: domande test scuola dell’Infanzia del 31 maggio 2016

Tracce domande prove scritte concorso scuola infanzia 31 maggio 2016 << scarica

Nel file in allegato trovate i quesiti che sono stati svolti dagli insegnanti che concorrono per uno dei 6.933 posti disponibili nel prossimo triennio nelle scuole dell’infanzia. Al seguente link trovate le altre domande per le atre classi di concorso, e gli argomenti principali che sono stati oggetto delle prove scritte.

Con le domande e tracce concorso scuola dell’Infanzia si conclude una tornata di grandi polemiche che hanno interessato le modalità di svolgimento della prova computer based. L’ultima in ordine temporale, riguarderebbe una foto che ha fatto il giro del web con la quale si vedeva che una delle postazioni era controllata in remoto da un utente che non stava svolgendo il compito.

In questo modo il candidato che fisicamente era presente alla sede dello svolgimento della prova, faceva finta di lavorare, mentre qualcun altro al posto suo forniva tulle le soluzioni e risposte esatte richieste all’interno delle tracce. Secondo le ultime notizie il Miur avrebbe smentito che possa esserci stato un illecito, ma questa non è l’unica polemica che ha interessato le prove scritte.

Infatti molti aspiranti docenti stanno facendo sentire le proprie ragioni, interpellando anche giornali ed altri mezzi di comunicazione per fare emergere anomalie ed errori che avrebbero fortemente penalizzato alcuni candidati rispetto ad altri.

Correzione tracce concorso scuola 2016 e data esiti della prova scritta

Le commissioni subito dopo il ponte del 2 giugno inizieranno a correggere i compiti, iniziando proprio dalle domande in lingua straniera (inglese per la prova scritta di primaria). Ricordiamo che proprio queste domande sono state date in maniera frettolosa dalla maggior parte dei candidati, che soltanto negli ultimi minuti del tempo a disposizione si sono confrontati con i quesiti in lingua straniera.

Come riporta OrizzonteScuola, ogni commissione disporrà di una schermata con le risposte corrette per i quesiti in lingua a risposta multipla. Una volta selezionata la risposta corretta, si procede all’assegnazione del voto, e si potranno quindi visualizzare le altre tracce concorso scuola e relative risposte fornite dal candidato. I commissari quindi avranno accesso all’area di valutazione dei compiti e potranno procedere con la correzione delle prove scritte.

Ci supera la prima fase degli scritti e viene quindi ammesso alla fase orale, riceverà un mail dall’USR competente che informerà il candidato sul voto conseguito, ma anche su data, orario e sede in cui si terrà la prova orale. Ricordiamo che, come previsto dal bando del Miur, la comunicazione della data della prova orale del concorso docenti 2016 deve avvenire almeno 20 giorni prima dello svolgimento del colloquio.

Gli esiti degli scritti saranno pubblicati sull’USR competente, senza però che venga indicato il voto conseguito dai candidati.


© Riproduzione Riservata