• Google+
  • Commenta
13 maggio 2016

Tracce prove scritte concorso scuola: concorsone 13 maggio 2016

Tracce prove scritte concorso scuola
Tracce prove scritte concorso scuola

Tracce prove scritte concorso scuola

Aggiornamenti tracce prove scritte concorso scuola: argomenti e domande concorsone del 13 maggio 2016, ultime notizie su griglie di valutazione e sedi d’esame Infanzia e Primaria.

Venerdi 13 maggio ai docenti delle classi di concorso A13, A46 e A06 saranno sottoposte le domande e le tracce prove scritte concorso scuola 2016. Nello specifico saranno chiamati a svolgere la prima prova gli insegnanti di Discipline Letterarie, Latino e Greco (A13) e Scienze giuridico-ecnimiche (Diritto, A46). A completare il turno mattutino saranno i candidati della classe di insegnamento A04, Design del vetro.

Il concorso a cattedra prosegue nel pomeriggio con Laboratori di servizi enogastronomici, settore sala e vendita (B21), e Laboratori di Fisica (B03). Infine, sempre nella sessione pomeridiana, si terrà la Conversazione in Tedesco (BD02).

Le ultime notizie sul concorso scuola 2016 anche oggi riguardano le griglie di valutazione, che a quanto sembra saranno simili a quelle utilizzate nel concorsone del 2012. Le novità ed i chiarimenti arrivano ancora una volta dall’On. Coscia, che di fronte alla pressione si alcuni docenti, ha rilasciato delle dichiarazioni a riguardo. Intano nella giornata di oggi dovrebbero essere pubblicate anche le sedi d’esame di Infanzia e Primaria. Gli USR di Lombardia, Campania, Piemonte, Sicilia e delle altre regioni, per rispettare i 15 giorni di preavviso stabiliti nel bando del Miur, dovranno procedere nella giornata di oggi, venerdi 13 maggio, a pubblicare le sedi del concorso docenti di Infanzia e Primaria.

Tracce prove scritte concorso scuola docenti 2016: novità argomenti domande del 13 maggio

Tracce prove scritte computer based concorso del 13 maggio 2016 << scarica

L’aggiornamento in tempo reale del file in allegato, riporterà le domande per le classi di concorso A13, A46, A06 e la prova affrontata nel turno pomeridiano per B21, B03 e BD02. Come per gli altri giorni, si potranno così conoscere alcuni degli argomenti oggetto delle tracce prove scritte concorso scuola 2016. Per i compiti delle altre giornate e classi di concorso, potete consultare l’elenco al seguente link.

Ricordiamo che non ci sono limiti di righe o di caratteri nelle risposte: i candidati hanno a disposizione ben 80 mila caratteri per ogni domanda, che basterebbero per scrivere anche diverse pagine per risposta. Le soluzioni devono essere date nel tempo limite di 150 minuti, ed un timer fisso in alto a destra consentirà di tenere sempre sotto controllo l tempo a disposizione,

Per il concorso docenti 2016 il Miur ha previsto che ciascun candidato risponda a 6 domande a risposta aperta, attinenti alla materia della propria classe di insegnamento, e a 2 quesiti in lingua straniera. Per ciascuna domanda in inglese, francese, tedesco o spagnolo, ogni docente può scegliere tra 5 possibili risposte chiuse. Dopo aver fornito tutte le soluzioni e risposte alle tracce prove scritte concorso scuola, i candidati dovranno sostenere un’ulteriore prova orale. Uno su tre riuscirà a rientrare nel piano straordinario di assunzioni che inizierà a partire da settembre 2016.

Concorsone 2016: ultime notizie sulle griglie di valutazione

L’ipotesi che una prima correzione delle prove scritte potesse essere affidata ad un software, aveva indignato diversi insegnanti. Infatti, la presenza o meno di parole chiavi o tag all’interno delle risposte, avrebbe potuto pregiudicare l’intero elaborato, senza che questo venisse letto nemmeno dalla commissione.

Dichiarazioni di Maria Coscia sulle tracce prove scritte concorso scuola

Dichiarazioni di Maria Coscia sulle tracce prove scritte concorso scuola

L’On. Maria Coscia del Partito Democratico ha prontamente smentito la notizia, ma ancora oggi non si conoscono le griglie di valutazione che determineranno il voto di ammissione dei docenti alla fase orale del concorsone.

Il sito di informazione Orizzonte Scuola riporta le ultime precisazione di Coscia: “Ogni commissione disporrà, per la valutazione della prova scritta, di criteri definiti a livello nazionale quali “pertinenza”, “correttezza linguistica”, “completezza” e “originalità”.

Ed eventualmente di criteri specifi, differenziati per le diverse aree disciplinari.”


© Riproduzione Riservata