• Google+
  • Commenta
30 settembre 2016

Abilitati al TFA vincitori di cattedre, i dati del DiSUm Upo

Diventare docente universitario
Abilitati al TFA vincitori di cattedre

Abilitati al TFA vincitori di cattedre

Laurea, tfa, cattedra: a studi umanistici il percorso è vincenti, incoraggianti i dati rilevati al DiSUm su gli abilitati al TFA vincitori di cattedre.

È di pochi giorni a la pubblicazione sul sito Web dell’Ufficio Scolastico Regionale delle graduatorie ufficiali dei concorso nazionali per l’abilitazione all’insegnamento nelle scuole superiori di primo e secondo grado.

A fronte di una situazione confusa a livello nazionale, i dati che più direttamente riguardano l’Università degli Studi Piemonete Orientale “Amedeo Avogadro”-Vercelli, e in particolare il Dipartimento di Studi Umanistici di Vercelli, sono decisamente positivi.

I dati analizzati dalla professoressa Raffaella Afferni, referente del Dipartimento per la formazione degli insegnanti in Lettere, riguardano gli ambiti disciplinari delle “Discipline letterarie negli istituti di istruzione secondaria di II grado”, “Italiano, storia, geografia nella scuola secondaria di I grado” e “Discipline letterarie e latino”.

I primi due in particolare raggruppano i percorsi dei TFA (Tirocini Formativi Attivi) e dei PAS (Percorsi Abilitanti Speciali).

Gli abilitati al TFA vincitori di cattedre del Dipartimento di Studi Umanistici Upo

Il peso degli abilitati del Dipartimento di Studi Umanistici sul totale piemontese è del 27,2% (181 abilitati provenienti dall’UPO su 666 totali). Un valore che acquista maggiore significato se si tiene conto delle dimensioni dell’UPO rispetto all’Università di Torino.

Allo stesso modo è possibile interpretare la percentuale dei vincitori nella graduatoria regionale: il 17,38% (77 vincitori su 443 totali in Piemonte).

Emergono invece dati molto più significativi se si concentra sugli abilitati al solo percorso TFA dal DiSUm; del totale abilitati al TFA del dipartimento (46 nei due cicli attivati), il numero di coloro che ha superato il concorso è di 34, pari al 73,91%.

Considerando la provenienza dei vincitori risulta che il 73,53% (25 abilitati su 34) hanno compiuto il loro percorso di studio interamente presso il Dipartimento di Studi Umanistici, con Laurea del Vecchio Ordinamento, una Laurea Specialistica o la Laurea Magistrale in Filologia Moderna, Classica e Comparata, attualmente presente nell’offerta didattica del Dipartimento.

Pas per chi ha conseguito il titolo di abilitazione presso il DiSUm

Per quanto riguarda i PAS, risulta vincitore del concorso il 40,95% di coloro che hanno conseguito il titolo di abilitazione presso il DiSUm. In questo caso la provenienza accademica è alquanto diversificata, in quanto l’iscrizione al PAS prevedeva come titolo di accesso l’esperienza nell’insegnamento (almeno 3 anni) e non la selezione con esami di ingresso.

Si tratta tuttavia di percentuali molto alte – non solo rispetto ai dati torinesi – segno dell’ottimo lavoro svolto presso il Dipartimento.

«Questi dati sugli abilitati al TFA vincitori di cattedre – ha commentato la professoressa Raffaella Tabacco, direttore del Dipartimento di Studi Umanistici – dimostrano la presenza sul territorio di forti e numerose vocazioni di giovani all’insegnamento e riconoscono l’elevata qualità della formazione offerta dal Dipartimento di Studi Umanistici, una duplice eccellenza dunque».


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy