• Google+
  • Commenta
28 settembre 2016

Modello Unico 2016: scadenze, istruzioni e compilazione modello 730

Modello Unico 2016
Modello Unico 2016

Modello Unico 2016

Cos’è il Modello Unico 2016: scadenza per la presentazione e tutte le istruzioni per la compilazione del modello 730 senza errori entro il 30 settembre 2016.

Il Modello Unico o unificato è un modello attraverso il quale si possono presentare più dichiarazioni fiscali.

Può essere presentato dalle persone fisiche, dalle società di capitali e dalle società di persone. Sono obbligati a presentare la dichiarazione unificata coloro che sono tenuti ad effettuare sia la dichiarazione dei redditi che Iva.

Devono presentare il Modello Unico 2016 i contribuenti che nell’anno 2015 hanno conseguito un reddito e non sono esonerati.

Devono presentare la dichiarazione dei redditi anche i contribuenti che sono obbligati alla tenuta delle scritture contabili.

L’obbligo riguarda anche i contribuenti che:

  • hanno percepito reddito d’impresa;
  • hanno percepito redditi da lavoro autonomo.
  • plusvalenze derivanti da cessioni di partecipazioni.
  • non sono residenti in Italia.
  • devono presentare la dichiarazione per conto di contribuenti deceduti.

Anche se non sono obbligati, coloro che vogliono far valere detrazioni e/o deduzioni possono presentare la certificazione unica. L’Unico può essere presentato anche per richiedere l’ eccedenze di imposta derivanti da precedenti dichiarazioni.

Modello Unico 2016: modalità, termini di presentazione della dichiarazione e scadenza

Il Modello Unico, secondo la recente normativa, deve essere presentato:

  • dal 2 maggio al 30 giugno 2016 se la presentazione avviene in forma cartacea mediante ufficio postale;
  • entro il 30 settembre 2016 se la presentazione avviene telematicamente, direttamente dal contribuente o mediante un intermediario abilitato.

Se il termine cade di sabato o in un giorno festivo è prorogato al primo giorno feriale successivo.

Salvo i casi che di seguito elencheremo, tutti i contribuenti devono presentare il modello telematicamente. Possono, quindi, presentare la dichiarazione in formato cartaceo i contribuenti che non possono presentare il modello 730. L’esenzione riguarda anche coloro che devono presentare la dichiarazione per contribuenti deceduti.

In caso di presentazione telematica la dichiarazione si considera presentata quando è avvenuta la ricezione da parte dell’Agenzia delle Entrate. Il contribuente riceverà un’attestazione del ricevimento del pagamento sempre in via telematica.

Il sistema telematico infatti invia un primo messaggio contenente l’indicazione della trasmissione del file. Successivamente invia un secondo messaggio in cui comunica l’avvenuta presentazione della dichiarazione.

La presentazione telematica del Modello Unico 2016 può avvenire direttamente da parte dell’utente. In tal caso il contribuente deve avvalersi del servizio Fisconline o Entratel. Possono anche avvalersi di intermediari per l’invio della dichiarazione rivolgendosi a commercialisti, ragionieri, avvocati, consulenti fiscali, caf, notai, periti.

Come abbiamo già accennato la dichiarazione può essere presentata agli uffici postali. Il servizio è gratuito. Il contribuente dovrà inserire la dichiarazione in una busta apposita distribuita in tutti i Comuni. L’Ufficio postale fornirà una ricevuta della presentazione che va accuratamente conservata come prova della presentazione.

La presentazione della dichiarazione tramite ufficio postale da parte di contribuenti obbligati a presentarla telematicamente è punita con una sanzione.

Come e quando effettuare i versamenti del Modello Unico 2016

Il pagamento delle imposte risultanti dalla dichiarazione devono essere effettuati entro il 16 giugno 2016. Coloro che pagano in ritardo ma entro il 16 luglio 2016 dovranno applicare sull’importo dovuto una maggiorazione dello 0,40%. Gli importi inferiori ad € 12,00 non vanno pagati.

Per il pagamento delle imposte è necessario utilizzare il modello F24.

Per i contribuenti titolari di Partita Iva sussiste l’obbligo di effettuare il versamento in via telematica. Tutti gli altri possono presentare il modello F24 a qualsiasi banca o ufficio postale e richiederne il pagamento.

Una importante novità introdotta quest’anno è il Modello Unico per persone fisiche precompilato. L’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione un modello con i dati di imposta precompilati per 10 milioni di persone.

Questa iniziativa va accolta con favore perché agevola i contribuenti al quale non rimane che verificare l’esattezza dei dati e inviarlo.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy