• Google+
  • Commenta
1 dicembre 2016

Contratto statali, aumento di 85 euro al mese nella busta paga stipendio

Accordo Contratto Statali
Accordo Contratto Statali

Accordo Contratto Statali

Contratto statali, aumento di 85 euro al mese in busta paga: tutte le ultime novità sull’aumento degli stipendi previsto per i dipendenti della Pubblica Amministrazione.

L’accordo tra Governo e Sindacati è stato siglato.

Dopo 7 anni arriva il rinnovo dei contratti della Pubblica Amministrazione. Unanime la soddisfazione da parte dei sindacati seduti al tavolo delle trattative. La Uil, Cisl e Cgil concordano nel ritenere che un passo decisivo è stato fatto, dopo anni di attesa per i dipendenti pubblici.

Il nuovo accordo prevede anche un aumento stipendiale medio di 85 euro. Il Governo ha tenuto a precisare che si tratta di una cifra media. L’aumento non sarà uguale per tutti. Saranno favorite quelle categorie che per effetto della  crisi e del blocco contrattuale hanno sofferto maggiormente.

Il Ministro della Funzione Pubblica Marianna Madia ha definito l’accordo innovativo, ponendo l’accento sul percorso fatto dalle parti.

Commenti entusiasti dai sindacati che hanno siglato l’accordo per il rinnovo del contratto statali. Susanna Camusso della Cgil ha parlato di un grande passo in avanti del Governo che si è impegnato a modificare la legge Brunetta e a prorogare i contratti dei lavoratori precari.

Stessa soddisfazione da parte di Carmelo Barbagallo, segretario della Uil che ha sottolineato come fino ad un anno fa questo accordo sembrava impensabile. A convincere i sindacati sono state le risorse messe in campo dal governo. Ben 5 miliardi, anzichè gli originari 500 milioni che si erano prospettati.

Annamaria Furlan della Cisl esulta soprattutto per il superamento della legge Brunetta a favore della contrattazione e considera l’aumento di 85 euro una cifra di tutto rispetto.

Insomma un coro di voci entusiaste per la raggiunta sigla dell’accordo sul contratto statali. Le risorse stanziate dovrebbero inaugurare una nuova stagione per il pubblico impiego e servizi pubblici più efficienti. Ma vediamo in dettaglio cosa prevede l’accordo.

Rinnovo contratto statali: a chi spetta l’aumento in busta paga, intreccio con il bonus di 80 euro

Dopo giorni di trattative, è stato finalmente siglato l’accordo tra il Ministro della Funzione Pubblica ed i sindacati. Dopo 7 anni e il blocco della legge Brunetta, riparte la contrattazione per i dipendenti pubblici.

I nodi cruciali dell’accordo sono stati l’aumento salariale e l’incrocio con il bonus fiscale di 80 euro. Per quanto riguarda il primo punto, le linee guida riferiscono un aumento contrattuale di 85 euro mensili medie per il triennio 2016/2018 per tutti i lavoratori dipendenti. I sindacati hanno chiesto ed ottenuto che venissero estesi gli aumenti anche ai lavoratori del comparto scuola.

Ma uno dei punti più delicati è stato quello di trovare una soluzione al possibile intreccio tra bonus fiscale ed aumento salariale. Il rischio era quello di vanificare l’aumento dello stipendio. Il conseguente aumento del reddito potrebbe far venir meno il diritto al bonus fiscale di 80 euro.

Il Ministro Madia ha però fornito delle rassicurazioni in proposito. Il Governo metterà in atto delle misure di sostegno ai 200 mila lavoratori interessati per evitare penalizzazioni. Molte novità, quindi, per il contratto statali che, dopo anni di stallo, potranno essere rinnovati.

Ma gli interventi previsti prevedono anche un impegno a migliorare la qualità dei servizi, attraverso i fondi per la contrattazione di secondo livello. Verranno introdotti sgravi fiscali legati alla produttività. Saranno introdotte misure contrattuali che incentivano le presenze sul lavoro.

C’è, inoltre, la volontà manifestata dal Governo di eliminare il precariato con l’impegno a rinnovare tutti i contratti in scadenza.

Uno degli aspetti più importanti per i sindacati è l’introduzione della volontà di privilegiare la fonte contrattuale rispetto alle legge in tutti i settori. Si supera così di fatto la legge Brunetta. La Pubblica amministrazione potrà fare ricorso ad un atto unilaterale solo in caso di stallo della contrattazione che comporti un grave pregiudizio.

Contratto statali, l’aumento spetterà anche ai lavoratori della scuola

Uno dei punti caldi dell’accordo sulla pubblica amministrazione è stato quello della scuola. I sindacati hanno chiesto, pena la non sottoscrizione, che l’aumento stipendiale venisse esteso anche ai lavoratori del comparto scolastico.

L’accordo siglato potrà avere un grande impatto sul settore. Oltre all’aumento stipendiale molte novità potrebbero arrivare per il contratto statali dei dipendenti della scuola. Il nuovo rapporto tra legge e fonte contrattuale porterà ad una modifica di alcuni aspetti della riforma de La Buona Scuola, mal digeriti dal Sindacato e dai lavoratori.

Innanzitutto, potrebbe essere modificato il meccanismo di assegnazione del bonus merito ai docenti. Al momento a decidere è il dirigente scolastico inseme ad un comitato di valutazione. Con l’accordo siglato, invece, il punto potrebbe ritornare alla contrattazione d’istituto.

Un altro argomento che sta molto a cuore ai sindacati è quello della chiamata diretta dei docenti. Un punto spinoso della legge di riforma n. 107 La Buona Scuola, che ha conferito grandi poteri ai dirigenti scolastici.

I d.s, infatti, hanno avuto la possibilità di assegnare incarichi triennali ai docenti sulla base di criteri pressapoco discrezionali. Con il ritorno alla contrattazione stabilito dal nuovo accordo sul contratto statali, i sindacati cercheranno di ritornare sull’argomento. Lo scopo sarà quello di arginare i poteri del dirigente scolastico.

Molti ritengono che non sia un caso se l’accordo è stato firmato a ridosso del referendum costituzionale del 4 dicembre. Tuttavia, era un passo doveroso che i dipendenti della Pubblica amministrazione attendevano da molti anni.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy