• Google+
  • Commenta
11 gennaio 2017

Pensioni oggi 11 gennaio 2017: informativa Inps penalizzazione, Ape e precoci

Pensioni oggi 11 gennaio 2017

Pensioni oggi 11 gennaio 2017

Pensioni oggi 11 gennaio 2017

Ultime notizie sulle pensioni oggi 11 gennaio 2017: novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2017.

L’Inps ha pubblicato delle schede informative sulle modifiche previdenziali inserite nella Legge di Bilancio.

Dai chiarimenti, oltre ad alcune conferme, emergono alcune novità impreviste e non presenti nel testo di legge.

Gli aspetti su cui si è soffermato l’Ente sono l’Ape sociale, l’Ape volontaria, le penalizzazione legge Fornero, benefici lavoratori precoci e addetti lavori usuranti, cumulo periodi assicurativi, quattordicesima e Opzione donna.

Le nuove misure introdotte non rassicurano i lavoratori italiani che sono sempre più preoccupati del futuro che li attende. Infatti, da una indagine condotta dall’istituto Nextplora emerge la crescita del numero di italiani che vorrebbe trascorrere la pensione all’estero.

Il minor costo della vita, meno tasse e servizi migliori sarebbero determinanti per la scelta di vivere fuori dall’Italia. I lavoratori di oggi temono di non riuscire a vivere dignitosamente con le pensioni che riceveranno.

Le riforme pensioni degli ultimi anni, infatti, hanno ingenerato un clima di sfiducia e l’intervento Fornero ha inciso notevolmente sui timori dei pensionati di vedersi ridurre ancora gli assegni.

I lavoratori e i pensionati sono stati molto delusi anche dal Governo Renzi, dal quale si aspettavano una maggiore incisività sul tema per porre rimedio alle storture della legge Fornero. Le attuali misure predisposte, tra cui l’Ape, sembrano insufficienti e prevedono un taglio notevole dell’assegno pensionistico a fronte dell’anticipata uscita dal lavoro.

Ma vediamo nel dettaglio le ultime novità prospettata alla luce dei chiarimenti forniti dall’ Inps.

News pensioni oggi 11 gennaio, tutte le novità: l’Inps introduce nuovi requisiti per l’Ape sociale

Ieri sul proprio sito istituzionale, l’Inps ha pubblicato delle schede informative per fornire dei chiarimenti sulle principali novità introdotte dalla legge di Stabilità 2017. Vediamo i punti principali.

  • Ape sociale.

Si tratta di una indennità erogata dall’ Inps ai lavoratori purchè abbiano compiuti i 63 anni. Tale misura assistenziale viene corrisposta fino al raggiungimento dell’età per la pensione di vecchiaia o dei requisiti per l’anticipo pensionistico.

Tale contributo sarà erogato per sostenere i lavoratori che versino in una situazione di bisogno purchè non ricevano altra pensione diretta.

La misura è rivolta a determinate categorie di lavoratori:

  • disoccupati che da almeno 3 mesi non percepiscono l’indennità di disoccupazione;
  • coloro che assistono da almeno 6 mesi il coniuge o un parente di primo grado con handicap grave;
  • invalidi con una percentuale superiore al 74%;
  • coloro che svolgono da almeno 6 anni in via continuativa un lavoro rischioso o difficoltoso. Tali attività sono previste dalla legge e sono: operai settore edile, estrattivo e conciario, conduttori gru, conciatori, infermieri, insegnanti infanzia, facchini addetti alle pulizia, operatori ecologici.

Per avere l’indennità è necessaria la presenza di una serie di requisiti, tra cui aver compiuto i 63 anni d’età, almeno 30 anni di anzianità contributiva o 36 per le attività rischiose, non essere titolari di alcuna pensione.

Il nuovo requisito specificato dall’Inps e non presente nel testo della legge di bilancio approvata in Parlamento è la condizione di non trovarsi a più di 3 anni e 7 mesi dalla pensione di vecchiaia. Tale nuovo limite rischia di far slittare il beneficio per molti lavoratori, in special modo quelli nati dal 1954 in poi.

News pensioni oggi 11 gennaio: abolizione penalizzazioni e novità

Altre novità sono previste nella Legge di Bilancio 2017, della quale si attendono i decreti attuativi.

  • Penalizzazioni.

Sono state definitivamente abolite le penalizzazioni previste dalla Legge Fornero nel decreto Salva Italia del 2011. La norma prevedeva una diminuzione della pensione proporzionale al numero di anni che mancavano al raggiungimento del requisito anagrafico. Dunque, coloro che matureranno il diritto alla pensione anticipata dopo il 31 dicembre 2017 saranno esclusi da tale penalizzazione.

  • Ape volontaria

Dal 1 maggio 2017 al 31 dicembre 2018 alcune categorie di lavoratori che possiedono determinati requisiti potranno richiedere l’anticipo pensionistico volontario. Tale misura prevede in sostanza, l’erogazione di un prestito da parte di un istituto di credito garantito dalle pensioni che i lavoratori andranno a maturare.

L’Ape volontaria può essere chiesto da:

  • lavoratori dipendenti pubblici o privati;
  • lavoratori autonomi;
  • lavoratori iscritti alla gestione separata.

Non può essere chiesto, invece, dai liberi professionisti iscritte alle Casse professionali.

Per accedere al prestito occorre avere i seguenti requisiti:

  • almeno 60 anni di età e 20 anni di contributi;
  • maturare il diritto alla pensione entro 3 anni e 7 mesi;
  • l’importo della futura pensione, al netto della rata del prestito, deve essere superiore di 1,4 volte il trattamento minimo.

Il prestito viene erogato per un periodo minimo di 6 mesi e fino alla maturazione del diritto alla pensione di vecchiaia.

Secondo le news sulle pensioni oggi 11 gennaio, il prestito è restituito in 260 rata in 20 anni. E’ al vaglio anche la possibilità di una estinzione anticipata del prestito. In caso contrario per 20 anni l’Inps effettuerà una trattenuta automatica dalla pensione, compresa la tredicesima mensilità. Al trascorrere dei 20 anni il prestito sarà restituito per intero e la pensione verrà corrisposta integralmente senza ulteriori trattenute.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy