• Google+
  • Commenta
20 dicembre 2005

Indagine DIA – Le valutazioni del Sindaco di Salerno

Il Sindaco di Salerno a seguito della vicenda giudiziaria che ha coinvolto, tra gli altri, il consigliere comunale Vincenzo Bove, auspica che il medesIl Sindaco di Salerno a seguito della vicenda giudiziaria che ha coinvolto, tra gli altri, il consigliere comunale Vincenzo Bove, auspica che il medesimo consigliere riesca a dimostrare – nel corso delle ulteriori fasi d’indagine – la sua estraneità ai fatti contestatigli.

Il Sindaco conferma totale fiducia nell’azione della magistratura. Le eventuali responsabilità debbono esser accertate e perseguite con fermezza in modo tale da far totale chiarezza su comportamenti e situazioni, a maggior ragione quando sono coinvolti protagonisti della vita pubblica e politica.

Più volte il Sindaco di Salerno, in Consiglio Comunale e nelle sedi istituzionali – tra esse il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e la Commissione Parlamentare Antimafia- , ha richiamato l’attenzione dei magistrati e delle forze dell’ordine sui pericoli connessi ad infiltrazioni criminali nelle attività commerciali cittadine, sollecitando controlli serrati su licenze e volture. Lo stesso Sindaco ha personalmente trasmesso alla Commissione Antimafia ed alla Prefettura l’elenco delle volture e delle licenze degli esercizi commerciali che hanno interessato la città di Salerno negli ultimi anni.

La Civica Amministrazione rivendica il suo impegno quotidiano per la legalità e la trasparenza amministrativa, che in ogni caso non possono né potrebbero essere messe in discussione da eventuali comportamenti personali.

Il Sindaco fa appello alle forze politiche presenti in Consiglio Comunale affinché diano dimostrazione di senso di responsabilità e tengano comportamenti di compostezza, continuando a garantire alla città il proprio impegno affinché le attività amministrative non si fermino.

Google+
© Riproduzione Riservata