• Google+
  • Commenta
16 dicembre 2005

Nuove risorse di personale per l’Ateneo Aquilano

Dal primo novembre 2004 hanno preso servizio nell’Ateneo aquilano 16 professori di prima fascia, 24 professori di seconda fascia e 20 ricercatori. SonDal primo novembre 2004 hanno preso servizio nell’Ateneo aquilano 16 professori di prima fascia, 24 professori di seconda fascia e 20 ricercatori. Sono state inoltre bandite 23 valutazioni comparative di cui 6 per posti di prima fascia, 9 per posti di seconda fascia e 8 per posti di ricercatore. Sono questi i dati che il rettore prof. Ferdinando di Orio presenta per descrivere gli sforzi compiuti dall’Ateneo aquilano per sviluppare le proprie risorse di personale docente e tecnico-amministrativo.
“Già nel mio documento programmatico – spiega il rettore di Orio – sostenevo la necessità di ovviare alle gravi carenze di personale dell’Ateneo. E’ un dato incontrovertibile, infatti, il sottodimensionamento dell’organico, soprattutto in relazione alla crescita delle esigenze formative e tecnico-amministrative determinate dalle recenti riforme nazionali, dalle nuove iniziative attivate e, infine, dai numerosi pensionamenti di personale tecnico-amministrativo, non sostituito a causa del blocco delle assunzioni”.
“Nonostante le limitate risorse finanziarie e le restrizioni determinate dalla normativa nazionale, siamo dunque riusciti a far prendere servizio a numerose unità di personale docente. Vorrei sottolineare in particolare il numero cospicuo di ricercatori che hanno preso servizio sulla base esclusiva di risorse finanziarie di Ateneo. Ciò rappresenta, unitamente agli ulteriori posti banditi per questa fascia docente, un significativo segnale dell’impegno da noi profuso per la valorizzazione di giovani energie al servizio della ricerca e della didattica e, più in generale, per il reale sviluppo del personale docente di Ateneo. Sempre riguardo al personale docente, ricordo il reperimento di nuove risorse finanziarie mediante finanziamenti esterni per posti di docenti di ruolo, per complessivi 2.279.100,00 €, che dimostra come l’Università dell’Aquila sia oggi riconosciuta come un valido interlocutore scientifico e formativo da parte di importanti aziende nazionali”.
“Per quanto riguarda il personale tecnico-amministrativo, è stata individuata la priorità fondamentale nella progressione verticale e orizzontale del personale, e sono attualmente in fase di completamento le procedure per la formazione di due graduatorie da 50 posti ciascuna destinate all’attivazione di eventuali contratti a tempo determinato nelle categorie B3 e C1 e per l’assunzione di 4 unità di categoria B1, secondo la normativa vigente, e di 4 unità di categoria B3”.
“In un momento di grave crisi occupazionale – conclude il rettore di Orio – l’Università dell’Aquila dimostra concretamente il suo impegno nella valorizzazione dei giovani nella ricerca e nello sviluppo del personale, che rappresenta il presupposto fondamentale perché tutte le iniziative avviate possano trovare piena ed efficace realizzazione, anche a vantaggio della città e del comprensorio aquilano”.

Google+
© Riproduzione Riservata