• Google+
  • Commenta
6 dicembre 2005

Salerno – Treno. Al vaglio le possibili cause

Proseguono le indagini sul disastro del treno. Disposta per mercoledì la simulazione dell’incidente. A questo scopo il locomotore, custodito momentaneProseguono le indagini sul disastro del treno. Disposta per mercoledì la simulazione dell’incidente. A questo scopo il locomotore, custodito momentaneamente presso la stazione di Salerno, sarà posizionato esattamente sul luogo da cui sabato scorso è iniziata la vicenda. La verifica della tenuta dei freni e stata disposta dal Pm Guglielmotti e dal Procuratore Aggiunto Michelangelo Russo. La Procura ha affidato all’Ingegnere Raimondo Russo l’incarico di indagare e condurre gli interrogatori per stabilire responsabilità e cause dell’increscioso episodio. Emergono dati inaspettati della faccenda e alcune voci parlerebbero di mancanze ed inadempienze anche a livello tecnico. Secondo le affermazioni di un macchinista, da oltre 10 anni non veniva più adeguatamente posizionata la maxy-staffa di sicurezza predisposta per frenare la corsa e bloccare eventuali vagoni staccatisi dal convoglio principale. La staffa, posizionata in via Lungomare Tafuri, avrebbe potuto in questo caso, quantomeno rallentare il locomotore. Rifiutata la possibilità di parlare di strage ferroviaria, le imputazioni restano, per il momento, di omicidio colposo. Si attendono ulteriori riscontri. Stamattina al Duomo di Salerno, è avvenuta la celebrazione dei funerali di Maria Teresa Paparella in Pinto, con la partecipazione di gran parte della popolazione cittadina.

Google+
© Riproduzione Riservata