• Google+
  • Commenta
2 dicembre 2005

Unisa: Ennio Morricone alla rassegna Filmidea

Un Ennio Morricone a tutto campo ha risposto al fuoco di fila delle domande degli studenti dell’università di Salerno alla III edizione di Filmidea.
Un Ennio Morricone a tutto campo ha risposto al fuoco di fila delle domande degli studenti dell’università di Salerno alla III edizione di Filmidea. Dopo l’incontro con l’attore Luigi Lo Cascio di lunedì scorso, un altro mostro sacro, questa volta della musica, si è presentato all’appuntamento con gli studenti universitari di Salerno. Naturalmente non poteva non parlare di musica, la sua ragione di vita, e si è mostrato molto gentile e cortese nel rispondere alle domande incuriosite degli universitari. A chi gli ha chiesto cosa pensasse della musica rock, Morricone ha detto di non credere nella sua esistenza, bensì di credere in quella”dell’esecutore che riscatta quella musica, è lui che la rende importante. Detesto i dilettanti di questo genere – ha detto – che amplificano, grazie alla tecnologia, il niente. Disprezzo altrettanto un certo tipo di musica rock contrabbandata da gente che nemmeno ne capisce abbastanza di musica. Mi piace molto la musica rock, però quella suonata da chi porta alle estreme conseguenze il suo strumento. Chi suona , infatti, non deve accettare passivamente il risultato della sua tecnica, deve inventare la sua musica, trovare la sua personalità”.
Ma i grandi incontri non finiscono qui dal momento che la manifestazione vedrà, a partire dell’anno nuovo, la presenza di Marco Tullio Giordana, Fabrizio Gifuni e di Ettore Scola.

Google+
© Riproduzione Riservata