• Google+
  • Commenta
7 febbraio 2006

Castellammare: assurde fughe d’amore

In soli dieci giorni due casi bizzarri di tradimenti, di fughe per amore, di sconcerto per i malcapitati e curiosità – ma soprattutto ilarità – pe

In soli dieci giorni due casi bizzarri di tradimenti, di fughe per amore, di sconcerto per i malcapitati e curiosità – ma soprattutto ilarità – per gli abitanti della città delle acque.
Risale all’incirca al 20 gennaio la strana e funesta vicenda di un giovane operaio stabiese che vede scappare la sua amata con un altro, ma non con un qualunque sconosciuto, ma addirittura con suo padre! Vedovo da quasi dieci anni, il papà del giovane ragazzo – un facoltoso imprenditore brizzolato sulla cinquantina – ha tramutato la sua futura nuora in…futura moglie. Il giovane operaio non poteva mai pensare ad un avvenimento del genere, ma i recenti comportamenti della fidanzata forse dovevano impensierirlo almeno minimamente. Infatti, da oltre tre anni, cioè da quando il malcapitato protagonista aveva trovato lavoro in fabbrica, la sua compagna si mostrava fin troppo in sintonia col padre, tanto da aiutarlo nelle faccende di casa come le pulizie, fare la spesa o cucinare.
L’altro caso che ha reso protagonista l’antica Stabiae in tema d’adulterio, è accaduto negli ultimissimi giorni di gennaio: una bella donna sulla quarantina, sposata con un commerciante stabiese e con due figli avuti regolarmente durante il felice matrimonio, è scappata lasciando un biglietto sotto la saracinesca dell’esercizio del marito. Il messaggio parla di una fuga d’amore con un’altra donna sempre di Castellammare, più giovane di vent’anni, e che le ha fatto trovare il vero amore…
Ormai manca solo che qualcuno si sposi con un animale.

Google+
© Riproduzione Riservata