• Google+
  • Commenta
20 febbraio 2006

Catanzaro: modelli e tecnologie a supporto del sistema sanitario

Lo studio delle problematiche legate alla gestione e condivisione di informazioni cliniche per supportare, attraverso l’uso di un sistema informatico Lo studio delle problematiche legate alla gestione e condivisione di informazioni cliniche per supportare, attraverso l’uso di un sistema informatico avanzato, i processi operativi e decisionali nel sistema sanitario.
Questo l’obiettivo del progetto di ricerca industriale, denominato “P2P-CKMS-SSDM”, i cui risultati verranno presentati mercoledì 22 febbraio durante un workshop che si terrà alle ore 10.30, presso l’Aula H dell’Edificio delle Bioscienze, al Campus universitario di Germaneto.
Il progetto, frutto della collaborazione tra l’Università Magna Græcia, l’Università della Calabria, l’Istituto di Calcolo e Reti ad Alte Prestazioni del Consiglio Nazionale delle Ricerche (ICAR-CNR) di Rende e l’Azienda Caliò Informatica, fa parte delle linee di intervento della misura “3.16 SISTEMA REGIONALE PER LA RICERCA E L’INNOVAZIONE” del POR Calabria 2000/2006 dell’Asse III – Risorse Umane Settore “Ricerca ed Innovazione”. Il progetto “P2P-CKMS-SSDM”, che ha avuto la durata di 18 mesi, definisce un sistema distribuito e collaborativo per aziende sanitarie ed ospedaliere, in grado di scambiare informazioni peer to peer, archiviare e gestire dati, permettendo così la razionalizzazione e l’ottimizzazione delle risorse nella fase di erogazione del servizio.
Aprirà i lavori del workshop il Rettore dell’Università Magna Græcia, il professor Salvatore Venuta.
Interverranno al workshop i professori Pierosandro Tagliaferri, Mario Cannataro e l’ingegner Pierangelo Veltri del Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica dell’Università Magna Græcia, i professori Domenico Talia, Domenico Conforti e Antonio Volpentesta del Dipartimento di Elettronica, Informatica e Sistemistica dell’UNICAL, il professor Domenico Saccà e la dottoressa Clara Pizzuti dell’ICAR-CNR di Rende, il dottor Saverio Romano, direttore commerciale della Caliò Informatica, e il dottor Luigi Mamone, dirigente del Settore Università e Ricerca della Regione Calabria. Alla tavola rotonda finale parteciperà anche l’Assessore regionale alla Cultura e all’Istruzione Sandro Principe.

Google+
© Riproduzione Riservata