• Google+
  • Commenta
9 febbraio 2006

Ferrara: secondo appuntamento con i venerdì dell’universo

Prosegue il ciclo de “I Venerdì dell’Universo” all’Aula Magna A. Drigo dell’Università di Ferrara, in via Paradiso, 12. Domani, venerdì 10 febbraio, aProsegue il ciclo de “I Venerdì dell’Universo” all’Aula Magna A. Drigo dell’Università di Ferrara, in via Paradiso, 12. Domani, venerdì 10 febbraio, alle ore 21, Michele Bonadiman racconterà come si sono sviluppati gli strumenti che da Galileo in poi hanno permesso all’uomo di esplorare il cielo e suoi segreti.

Non soltanto. Come si intuisce dal titolo dell’intervento di Bonadiman, Strumenti Ottici nella Storia dell’Astronomia: un approccio pratico e sperimentale sul campo, l’appuntamento prevede anche una fase “pratica”. Infatti, condizioni meteorologiche permettendo, il pubblico avrà la possibilità di partecipare ad una visita guidata con osservazione della Luna e di Saturno con copie di due strumenti antichi, un cannocchiale galileano (XVII secolo) e uno di Fraunhofer (XIX secolo). E infine, sarà possibile fare un confronto con uno strumento dei giorni nostri.

Michele Bonadiman è il fondatore del gruppo Astrofili Columbia di Ferrara che svolge intensa attività di osservazione del nostro sistema solare e di divulgazione dell’astronomia collaborando da tempo con il Dipartimento di Fisica dell’ Università e con le istituzioni scolastiche della Provincia. Bonadiman è anche progettista e costruttore di strumenti ottici per l’osservazione astronomica e planetari per il mercato mondiale. La conferenza verterà sulla descrizione storica degli strumenti ottici per l’osservazione astronomica da Galileo ai giorni nostri.

Google+
© Riproduzione Riservata