• Google+
  • Commenta
22 febbraio 2006

Inaugurazione dell’aula di anatomia microscopica e multimediale

Martedì 28 febbraio 2006, alle ore 12.00, alla presenza del Rettore Gino Ferretti, del Presidente della Fondazione Cariparma Prof. Carlo Gabbi e delleMartedì 28 febbraio 2006, alle ore 12.00, alla presenza del Rettore Gino Ferretti, del Presidente della Fondazione Cariparma Prof. Carlo Gabbi e delle Autorità accademiche, verrà inaugurata la nuova aula di anatomia microscopica e multimediale presso la Sezione di Anatomia Umana del Dipartimento di Anatomia Umana, Farmacologia e Scienze Medico Forensi dell’Università di Parma (via Gramsci 14 – Ospedale Maggiore).
La realizzazione dell’aula/laboratorio nasce dalla necessità di adeguare l’insegnamento dell’anatomia umana, da sempre base di conoscenze irrinunciabili per la formazione del medico, alle nuove tecnologie e di integrare l’uso del microscopio ottico tradizionale ai più avanzati sistemi multimediali per una moderna preparazione in anatomia microscopica anche applicata alle metodologie terapeutiche innovative quali l’ingegneria tissutale, il trapianto di cellule staminali, i trapianti d’organo.
La struttura, già esistente come aula di microscopia ottica, è stata completamente rinnovata e dotata di nuove strumentazioni e tecnologie su iniziativa del prof. Marco Vitale, vice direttore del Dipartimento di Anatomia Umana, Farmacologia e Scienze Medico Forensi, e grazie al determinante contributo della Fondazione Cariparma: 20 sono le postazioni modulari realizzate, costituite da microscopi ottici predisposti per l’acquisizione digitale di immagine collegati a personal computer, oltre ad una postazione docente dotata di telecamera digitale connessa ad un microscopio di elevate prestazioni.
In seguito ad un accordo con il Centro Servizi Amministrativi (ex Provveditorato) di Parma i 15 microscopi dismessi non rimarranno inutilizzati, ma verranno destinati alle scuole superiori e costituiranno pertanto un valido ausilio per l’insegnamento delle materie scientifiche.
Grazie allo studio interattivo reso possibile dalla trasmissione di immagini ed alla connessione Internet per consultare rapidamente risorse di testo, grafiche o schematiche presenti in rete sull’argomento di studio, lo studente potrà raggiungere una preparazione integrata ed aggiornata anche da dati di ricerca recente, indispensabili per la formazione del medico, qualunque sia la branca della medicina nella quale opererà professionalmente.

Google+
© Riproduzione Riservata