• Google+
  • Commenta
24 febbraio 2006

L’Udinese vola a Sofia

Col minimo sforzo e con qualche patema d’animo di troppo, l’Udinese esce con la qualificazione in tasca dal Felix Bollaert di Lens e accede agli ottavCol minimo sforzo e con qualche patema d’animo di troppo, l’Udinese esce con la qualificazione in tasca dal Felix Bollaert di Lens e accede agli ottavi di finale di Coppa Uefa dove affronterà il Levsky Sofia. I bianconeri hanno concesso solo il gol di Pierre Alain Frau smorzando la rimonta sui cui puntavano i sangue oro. Alla fine hanno contato, eccome, i tre gol con cui l’Udinese si è aggiudicata il match dell’andata al Friuli.
L’obbligo di rimontare lo svantaggio spinge il Lens alla partenza lancia in resta, ma non si tratta di un assalto all’arma bianca visto che l’Udinese è sì coperta e prudente, ma altrettanto predisposta a difendersi con ordine, pronta ad aggredire fin dalla metà campo. La giovane linea difensiva bianconera composta da Crhistian Zapata, Felipe e Rodrigo Defendi, non cade in affanno in quanto i due esterni di centrocampo, Valerio Bertotto a destra e Vincent Candela a sinistra, si abbassano andando a formare un’ermetica linea a cinque.
Dopo il tiro a fil di palo di Pierre Alain Frau, fino all’11’ il portiere dell’Udinese Morgan De Sanctis non corre rischi, ma nel giro di un minuto l’estremo difensore bianconero deve prima alzare in corner l’insidioso traversone di Aruna Dindane e successivamente sventare la conclusione mancina di Seid Khiter. Al 16′ ci prova anche Jonathan Lacourt con un velenoso sinistro.
Non riuscendo a sfondare su azione manovrata, i francesi si affidano alle palle inattive.L’occasione migliore arriva allo scoccare della mezz’ora quando Luis Vidigal regala un corner in maldestra azione di disimpegno. Sul traversone dalla bandierina da sinistra svetta Adama Coulibaly che sfiora il palo approfitando dell’uscita fuori tempo di Morgan De Sanctis. Il malese, un gol nelle precedenti 30 partite giocate in Uefa, si dispera e l’Udinese la scampa.
Il canovaccio di inizio ripresa non si discosta dall’avvio di gara e come nella prima frazione il Lens ci prova con costrutto proprio all’11’.Pierre Alain Frau è appostato al limite dell’area e a giudicare dalla gran botta al volo di destro con cui tafigge De Sanctis, il francese si trova proprio nella posizione migliore e al momento giusto. La conclusione al volo è splendida, imparabile e accende le speranze del Felix Bollaert portando in vantaggio l’RC Lens.
Frau si scatena e al 14′ si beve metà retroguardia bianconera prima di concludere dal limite dell’area con un destro secco. Sul tiro si accartoccia De Sanctis, ma la facilità con cui il francese arriva al tiro testimonia l’inerzia del match, adesso tutta a favore dell’RC Lens. La squadra di Francoise Gillot comincia a crederci e spinge sull’acceleratore ancora con il destro di Frau dalla distanza al 22′.
L’Udinese soffre, si chiude troppo, si priva di Vincenzo Iaquinta rilevato da Fernando Tissone, che al 27′ tenta una sortita dalle parti di Sebastien Chabbert con un tiro a giro su secondo palo ben neutralizzato dal portiere. Il Lens scema il ritmo, l’Udinese si riprende e conduce in porto la meritata qualificazione agli ottavi di finale.

Google+
© Riproduzione Riservata