• Google+
  • Commenta
7 febbraio 2006

Montagne Russe, anzi Olandesi!!!

Chi pensa all’Olanda come alla romantica terra dei tulipani multicolore, degli zoccoli di legno e delle dolci Olandesine che li indossano, rimarrà abbChi pensa all’Olanda come alla romantica terra dei tulipani multicolore, degli zoccoli di legno e delle dolci Olandesine che li indossano, rimarrà abbastanza interdetto dall’ultima trovata dei simpatici abitanti della cosiddetta “Venezia del nord”.
Se non altro la notizia, che sta cominciando da più di qualche giorno a girare sui principali siti di informazione del web, non riguarda per fortuna nè l’invenzione di una qualche nuova droga sintetica (…ci bastano quelle che abbiamo già, in giro per le strade…), nè le squallide vite esposte nelle degradanti vetrine del quartiere a luci rosse.
Niente di tutto ciò: una trovata “fichissima”, che sono certo troverà un ampio seguito.
Gli Olandesi hanno avuto la brillante idea di coniugare l’innato gusto del brivido, proprio della gioventù di ogni razza o religione, e l’altrettanto “gettonata” passione per le motociclette.
Avete presente le classiche “montagne russe”?
Sì proprio quelle con le rotaie ed i vagoncini, con sopra gli amanti delle velocità folli… e i malcapitati, cui è toccato in sorte di essere loro amici o (peggio) incauti amanti.
Beh, nel luna park di Amsterdam è stata da poco inaugurata un’attrattiva davvero insolita: le montagne russe della superbike, ovvero della motocicletta da corsa.
Le rotaie ci sono sempre, come pure il botteghino ed i ragazzi che vi accolgono sorridenti.
Le discese ripidissime, le improvvise curve a gomito, il giro della morte ed il vortice concentrico son sempre là.
L’unica differenza è che l’impavido visitatore non si godrà il panorama, comodamente seduto sul seggiolino del consueto vagone, con la sbarra di metallo a fermare le ginocchia: stavolta si ritroverà, capelli al vento (alla faccia di tutte le patenti a punti del pianeta!!!), a cavallo di una moto… e che moto! …come un novello centauro, pronto per correre il Gran Premio!!!
“Abbiamo cercato di riprodurre su queste montagne russe”, hanno spiegato gli inventori della nuova attrazione, a chi li ha intervistati, “le stesse sensazioni che i motociclisti provano andando in moto, andando però maledettamente forte…”.
Roba da far impallidire Valentino Rossi… un percorso così, state certi, con tutta la buona volontà, non l’ha mai fatto neanche lui!!!

Google+
© Riproduzione Riservata