• Google+
  • Commenta
21 febbraio 2006

Non solo Torino: Unicam allena per le olimpiadi

Non hanno sci, ma calzano scarpe dei ragazzi della loro età, non portano bacchette, ma hanno le mani sopra un computer, non fanno stretching, se n

Non hanno sci, ma calzano scarpe dei ragazzi della loro età, non portano bacchette, ma hanno le mani sopra un computer, non fanno stretching, se non quello mentale, probabilmente amano la neve, ma si allenano per altro: il Dipartimento di Informatica dell’Università di Camerino, nei giorni 21, 22 e 23 febbraio prossimi, ospiterà un corso residenziale di eccellenza per studenti che si preparano per le Olimpiadi di Informatica 2006.

Patrocinate dall’UNESCO, le IOI, International Olimpyad in Informatics (Olimpiadi Internazionali di Informatica) sono una delle sei olimpiadi scientifiche internazionali (insieme a quelle di matematica, fisica, chimica, biologia e astronomia) dedicate agli studenti di età inferiore ai 20 anni delle scuole medie superiori di tutto il mondo, inquadrati in rappresentative nazionali di più di 80 paesi, e volte a stimolare nei giovani l’interesse per la risoluzione di problemi complessi con l’utilizzo delle tecnologie dell’informazione. Per poter accedere alla gara internazionale, che si svolgerà in Messico dal 19 al 26 agosto 2006, gli studenti italiani dovranno prima partecipare alle Olimpiadi Italiane di Informatica promosse dall’Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico insieme al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e che si terranno a Milano dal 9 all’11 marzo 2006.

Il corso di preparazione che si svolgerà ad Unicam sarà realizzato grazie al supporto organizzativo della prof.ssa Patrizia Cuppini, referente dell’Ufficio Scolastico della Regione Marche, del Prof. Domenico Consoli, dell’ITC “Battisti” di Fano, referente regionale delle Olimpiadi e del dott. Romeo Pruno dell’Università di Camerino. Il Prof. Flavio Corradini presidente dei corsi di laurea in Informatica di Unicam, si dice orgoglioso di poter “allenare” questa squadra di ragazzi e spera…in un podio nazionale ed internazionale. “L’informatica di Unicam – afferma il Prof. Corradini – è ormai un punto di riferimento consolidato per tutto il territorio regionale e non solo. Ci riempie di orgoglio poter partecipare anche a questo genere di iniziative, che permettono un approccio diverso dal solito con gli studenti delle scuole superiori e costituiscono, in ogni caso una seria opportunità di formazione ad alto livello. Con i nostri “coach” di primordine, (docenti del dipartimento e dottori di ricerca), contiamo di allenare una grande squadra, competitiva a livello nazionale ed internazionale, che sono sicuro darà grande soddisfazione. Insomma, non esiste solo la bravura di Torino, nel preparare un’Olimpiade…..”

Google+
© Riproduzione Riservata