• Google+
  • Commenta
24 febbraio 2006

Regione Campania e Comune di Eboli insieme contro la droga

“Job no drugs”, “Strade alternative” e “Tuttinsieme” sono i progetti presentati alla Regione Campania dal Comune di Eboli, capofila del Piano Sociale “Job no drugs”, “Strade alternative” e “Tuttinsieme” sono i progetti presentati alla Regione Campania dal Comune di Eboli, capofila del Piano Sociale di Zona, Ambito S5, per la Lotta alla Droga. In particolare “Job no drugs” è un progetto di inserimento sociale e lavorativo per ex tossicodipendenti e soggetti in trattamento, “Strade alternative”, prevede la creazione di Unità Mobili di Contatto e “Tuttinsieme” mira a realizzare un’officina della creatività.
“Job no drugs” prevede l’inclusione lavorativa all’interno del mercato protetto della cooperazione sociale. Tutto ciò perché il lavoro ha funzione preventiva rispetto al rischio legato alla solitudine sociale e alla stereotipizzazione del tossicodipendente in fase di rientro. Ne sono destinatari 12 giovani:
– in fase finale di trattamento per il recupero della tossicodipendenza;
– a conclusione del cammino di recupero;
– in esecuzione penale esterna;
– minori in carico ai Servizi Ministeriali Minorili, in esecuzione penale esterna, messa alla prova, in cammino terapeutico di recupero o in comunità penale.
Gli strumenti utilizzati saranno i tirocini formativi e le borse lavoro per attività di giardinaggio e di verde pubblico. La selezione avverrà attraverso la valutazione in UVI. Sono partner l’Associazione Comunità Terapeutica Emmanuel, la cooperativa sociale “Oasi Libera” a r. l., la cooperativa sociale “Mondo Pulito” a r. l.., l’Azienda Sanitaria Locale Sa2, il Ministero della Giustizia – Ufficio dell’Esecuzione Penale Esterna di Salerno e il Forum delle Scuole dell’Ambito S5. I fondi previsti per “Job no drugs” ammontano ad euro € 120.000,00
“Strade alternative” è invece mirato alla costituzione di Unità Mobili di Contatto per la prevenzione del disagio e la promozione del benessere. È rivolto a minori, adolescenti e giovani adulti. Destinataria é anche l’ampia fascia della popolazione della marginalità di strada legata alle dipendenze, rispetto alla quale l’intento è l’aggancio e l’accompagnamento ai servizi. Destinatari intermedi sono gli adulti educanti: insegnanti, genitori, operatori sociali, catechisti.
Le Unità di Contatto, pensate in numero di 3 postazioni mobili, precisamente tre camper, serviranno i 19 comuni dell’Ambito S5. Avranno obiettivi e modalità di intervento differenziate in base ai destinatari, alle caratteristiche e ai bisogni del territorio. Si muoveranno su fasce orario ampie, dal pomeriggio alla notte, usufruendo di équipe integrate di operatori esperti.
Sono partner del progetto “Strade alternative”: l’Associazione Comunità Terapeutica Arcat Campania, la Cooperativa sociale “ISKRA”, la Croce Rossa Italiana “Delegazione di Serre”, l’ Azienda Sanitaria Locale SA2, i Servizi Minorili della Giustizia CPA-USSM di Salerno, il Ministero della Giustizia – Ufficio dell’Esecuzione Penale Esterna di Salerno, il Forum delle Scuole dell’Ambito S5, l’associazione O.N.M.I.C., delegazione di Battipaglia, la cooperativa sociale “Fili d’erba” e l’ A.N.S.P.I. “Don Angelo Visconti”.
L’importo finanziario complessivo ammonta ad euro 120.000,00
“Tuttinisieme” nasce per consolidare la connessione tra enti, organismi e azioni nella lotta alle dipendenze. Il Comune di Eboli è caratterizzato dalla presenza di una Casa di Reclusione a Custodia Attenuata per Tossicodipendenti, ubicata nel cuore della città. La presenza di tale istituzione porta alla necessità di prevedere azioni di contrasto alla diffusione dell’uso di sostanze stupefacenti e agli eventi di ricaduta e di abbandono dei percorsi terapeutici.
Nello specifico il progetto “Tuttinisieme” persegue i seguenti obiettivi:
• promuovere azioni atte a migliorare la qualità della vita all’interno dell’ICATT attraverso attività laboratoriali finalizzate a sviluppare la personalità e favorire la creatività e l’espressione artistica degli ospiti;
• promuovere azioni mirate all’inclusione attraverso il reinserimento nel tessuto sociale e di comunità promuovendo laboratori integrati esterni a carattere formativo/produttivo per i soggetti che godono di misure alternative ai sensi art. 21L.P. al carcere, musicoterapica, attività di espressione, artigianato, floro-vivaismo, grafica pubblicitaria, partecipazione ai progetti di aggregazione sociale.
Sono partner del progetto “Tuttinsieme”, arte, mestieri e terapia per dire no alla droga e al carcere, officine della creatività: dal carcere alla comunità, Solidarietà in…utile, associazione Onlus, il Pane e le rose, associazione Onlus, Oasi Libera, Cooperativa sociale a r.l., Spes Unica associazione onlus, la Casa di reclusione I.C.A.T.T., Istituto a Custodia Attenuata per il Trattamento delle Tossicodipendenze , l’Azienda Sanitaria Locale SA2, l’ U.E.P.E., Ufficio Esecuzione Penale Esterna Salerno, il Forum delle Scuole dell’Ambito S5.
L’importo complessivo, comprendente attività intramurarie ed extramurarie ammonta ad euro 178.220,00.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy