• Google+
  • Commenta
2 febbraio 2006

Taglio del nastro per “Anarchia visiva. Dalla realtà alla nuova realtà”.

Mercoledì sera, a Palazzo Sant’Agostino, sede della Provincia di Salerno, alla presenza di una nutrita schiera di pubblico, si è svolta la cerimonia
Mercoledì sera, a Palazzo Sant’Agostino, sede della Provincia di Salerno, alla presenza di una nutrita schiera di pubblico, si è svolta la cerimonia di inaugurazione della mostra fotografica ideata, curata e firmata da Giuseppina Pepe, poliedrica artista, fotografa ebolitana.

Al fianco di Giuseppina Pepe c’erano l’assessore provinciale al Lavoro, Centri per l’Impiego e Informagiovani, Massimo Cariello; Gerardo Pecci, storico d’arte e Agostino Gallozzi, noto imprenditore salernitano, attivo sostenitore della singolare iniziativa. Assente giustificato il sindaco di Eboli, Melchionda che ha comunque fatto recapitare saluti e complimenti attraverso la partecipazione del suo staff.

Dopo aver fatto gli onori di casa e aver portato ai presenti il saluto del presidente Villani, l’assessore Cariello si è complimentato con l’artista ebolitana perché «attraverso un obiettivo fotografico è riuscita egregiamente a trasmettere emozioni e sensazioni particolari. Guardando queste opere – ha sottolineato Cariello – mi è sembrato di essere catapultato in una dimensione variopinta e naturale».

E se Gerardo Pecci ha presentato la personale di Giuseppina Pepe sotto il profilo artistico e tecnico, parlando di arte intesa proprio nel senso nobile del termine, Agostino Gallozzi, volto noto del mondo imprenditoriale non solo locale, ha speso belle parole per la fotografa ebolitana. «Un plauso a Pina – ha detto – che finalmente è uscita allo scoperto ed ha tagliato questo importante traguardo. Traguardo che vuol essere un punto di partenza e non di arrivo, ma che sicuramente, viste le sue doti artistiche, le permetterà di calcare importanti palcoscenici».

Pur essendo visibilmente emozionata, Giuseppina Pepe ha voluto ringraziare quanti, amici e familiari, hanno scommesso con lei su questa iniziativa. «14 studi sulla corteccia di un albero esposti su grossi pannelli, accompagnati da una guida- catalogo per promuovere l’arte della fotografia e far valere il mio amore per la natura».

Con il patrocinio della Provincia di Salerno e del Comune di Eboli, “Anarchia visiva. Dalla realtà alla nuova realtà”, sarà visitabile fino al prossimo 17 febbraio, dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 19,45.
Silvana Scocozza

Google+
© Riproduzione Riservata