• Google+
  • Commenta
16 febbraio 2006

Unicam: la diagnosi dell’ influenza aviaria

Si è tenuta oggi presso il Polo didattico di Biologia dell’Università di Camerino una giornata di studio dedicata alla diagnosi dell’influenza aviariaSi è tenuta oggi presso il Polo didattico di Biologia dell’Università di Camerino una giornata di studio dedicata alla diagnosi dell’influenza aviaria organizzata dalla Scuola di Specializzazione in Biochimica clinica in collaborazione con la Facoltà di Medicina Veterinaria.
L’iniziativa è stata realizzata con il supporto della Diatech srl una dinamica azienda marchigiana che opera nel campo delle Biotecnologie ed ha visto la partecipazione di un pubblico estremamente numeroso costituito oltre che dagli allievi della Scuola anche da numerosi studenti, docenti ed anche cittadini curiosi di confrontarsi con una tematica di estrema attualità.
Nel corso della giornata sono emerse le linee di tendenza della ricerca scientifica nel campo, che sono essenzialmente dirette verso la realizzazione di un vaccino che possa prevenire la temuta pandemia, e verso la necessità di approntare presidi diagnostici che possano rivelare l’avvenuto contagio in maniera certa ed in tempi brevi poiché il periodo di tempo che dovrebbe intercorrere tra l’insorgenza dei sintomi e la possibilità di un appropriato utilizzo di medicinali, atti a debellare il virus, è relativamente modesto.
Nelle relazioni presentate è stato fatto il punto sulla natura della infezione e sulle modalità di trasmissione ma soprattutto è stato presentato un test capace di diagnosticare la malattia in modo estremamente veloce e sicuro. Il test, realizzato dalla Diatech è basato su metodiche di biologia molecolare che utilizzano la tecnica della amplificazione genica.
Alle relazioni è seguito un partecipato dibattito in cui sono emerse sia curiosità, essenzialmente basate sulle caratteristiche del virus e delle modalità di trasmissione, ma anche richieste di approfondimento sulle specifiche tecniche del saggio diagnostico in particolare rispetto alla sua realizzazione ed alle sue performances analitiche. Rispetto alle prime i relatori hanno richiamato le linee guida di comportamento recentemente emanate dal Ministero della Salute ed ampiamente pubblicizzate dagli organi di informazione mentre rispetto alle seconde sono stati presentati sia le strumentazioni necessarie per l’applicazione del test diagnostico che le sue caratteristiche analitiche.

Google+
© Riproduzione Riservata