• Google+
  • Commenta
7 marzo 2006

8 marzo 2006. Dedicato alle donne

1908. Nell’incendio dell’industria tessile Cotton a New York persero la vita 129 operaie. Stavano scioperando per protestare contro le condizio1908. Nell’incendio dell’industria tessile Cotton a New York persero la vita 129 operaie. Stavano scioperando per protestare contro le condizioni disumane in cui lavoravano. Lo sciopero andava avanti già da alcuni giorni, ma l’8 marzo il proprietario fece bloccare le porte della fabbrica: quando scoppiò l’incendio, morirono tutte. Tra di loro c’erano molte immigrate, anche italiane. Cercavano di affrancarsi dalla miseria attraverso il lavoro. In ricordo della tragedia, Rosa Luxemburg propose questa data come una giornata di lotta internazionale.
Ma sono tante le pagine di storia che sono state scritte da donne, con la loro vita o con la loro morte, sempre con il loro sacrificio appassionato e generoso. Penso alla Resistenza, ma anche alle donne vittime delle violenze e delle guerre, alle giornaliste rapite perché raccontavano al mondo quello che stava accadendo… Se oggi viviamo in un contesto democratico e di benessere, lo dobbiamo anche al loro impegno, instancabile e prezioso.

2006. Negli uffici pubblici, nelle imprese, in famiglia, nella realtà economica, scientifica e culturale, le donne sono diventate – con un percorso non privo di difficoltà – parte attiva e propulsiva di ogni aspetto della vita sociale.

Basta guardarsi attorno: donne che crescono i bambini e ne fanno uomini, donne che tendono le mani a chi ne ha bisogno, donne che lottano contro le ingiustizie e costruiscono il futuro con il loro presente, donne che si muovono sotto i riflettori o lavorano nell’ombra, donne manager e donne dipendenti, donne docenti e donne operaie, donne sempre atlete della vita, donne amiche e colleghe, donne madri e mogli, donne figlie e sorelle, donne compagne di cammino.

Un pensiero speciale va alle donne che lavorano negli enti pubblici, alle dirigenti, alle funzionarie e alle dipendenti della Provincia di Salerno, che con il loro impegno quotidiano, tempestivo e professionale, garantiscono a tutti noi servizi efficienti, a garanzia di buona amministrazione.

Grazie per il vostro coraggio, la vostra forza,
la vostra infinita pazienza, la vostra dolcezza e la vostra determinazione.
A tutte voi, un grazie di cuore.
Maddalena Arcella
Assessore al Personale e all’Informatizzazione
Provincia di Salerno

Google+
© Riproduzione Riservata