• Google+
  • Commenta
3 marzo 2006

Droga venduta online

Emergenza droga anche su Internet, nell’ ultimo rapporto annuale del Comitato internazionale sui narcotici si evince che la situazione è davvero g

Emergenza droga anche su Internet, nell’ ultimo rapporto annuale del Comitato internazionale sui narcotici si evince che la situazione è davvero grave. Il boom di traffico di stupefacenti tramite internet e la diffusione di cannabis sempre più pura sta assumendo livelli allarmanti. Se si analizza il principio attivo di uno spinello, che una volta era del 2%; ora la concentrazione è pari al 20%. Specialmente in Italia, dai numerosi sequestri e risultata che nel nostro paese la cannabis è sempre più pura. L’aumento del principio ha spiegato Gilberto Gerra membro dell’Incp, potrebbe essere dovuto a coltivazioni di cannabis geneticamente modificata, a volte sotto serra. Queste possono provenire dall’Albania, dal Marocco, e addirittura si pensa da piantagioni del sud Italia. Preoccupante è anche la diffusione del consumo nella popolazione Europea, sono circa 30 milioni d’europei che fumano marijuana durante l’anno passato, e il dato sembra portare ad un ulteriore incremento. Secondo Gerra “ i ragazzi che continuano a fumare sostanze con principi attivi cosi elevati possono andare in contro a rischi di pensiero paranoide, dissociazione, psicosi e schizofrenia, come dimostrano studi scientifici in materia”. Uno studente su quattro fuma marijuana. E’ sempre in base al rapporto dell’Incp che si registra la tendenza di trafficare droga per via mail. Viaggiano via posta cocaina, eroina, ecstasy e Ghp ( la cosiddetta “droga ormonale”, che può generare anche violenza sessuale). Attraverso il computer il consumatore si sente più sicuro, perché l’anonimato non viene intaccato, e quindi risulta difficile per le forze dell’ordine sgominare traffici illeciti. Molte delle spedizioni sono fatte tramite Farmacie on-line, attive in tutti i paesi, in particolare Stati Uniti e in Europa.

Google+
© Riproduzione Riservata