• Google+
  • Commenta
29 marzo 2006

Effetto serra: ecco i dati

La natura. Macchina perfetta che con sottili giochi di equilibrio è mutata, nel corso dei millenni, trasformando il pianeta in un luogo capace La natura. Macchina perfetta che con sottili giochi di equilibrio è mutata, nel corso dei millenni, trasformando il pianeta in un luogo capace di accogliere la vita.
L’uomo. Che sia questo il suo primo errore?
L’uomo. Cellula impazzita di un organismo sano. Sano, fino a ieri.
Non c’è da scherzare. Lo dicono i numeri. La natura lo grida. Il naturale processo di riscaldamento, che nel corso dei millenni ha mitigato le proibitive temperature caratterizzanti l’ultima Era Glaciale, ha visto, negli ultimi 200 anni, un’evidente accelerazione. Evento innaturale. Provocato. Doloso. L’uomo, con la sua incondizionata brama di profitto. Guadagno a ogni costo. E ora le conseguenze sono evidenti e forse irreversibili.
L’effetto serra è un processo naturale che, sfruttando la presenza di alcuni gas naturali (anidride carbonica, metano, ozono…) capaci di assorbire e reirradiare nell’ambiente parte dei raggi solari riflessi dalla terra, contribuisce a stabilizzare la temperatura media del globo intorno ai 15°C. Senza questo fenomeno la temperatura media scenderebbe sotto lo zero fino ad arrivare a –18°C.
Il continuo proliferare dei gas di origine antropogenica (tra i quali esafluoruro di zolfo, idrofluorocarburi e perfluorocarburi) sta alterando questo delicato processo compromettendo millenni di lenta evoluzione geotermica. E non è tutto. Altri gas, da sempre presenti in natura, stanno via via aumentando la loro concentrazione. L’anidride carbonica è solo un esempio. Le attuali 358 parti per milione hanno avuto un incremento del 30% rispetto a 200 anni fa. Il risultato?
Tra il 1910 e il 1940, e dopo il 1970, il globo ha avuto un aumento della temperatura media compreso tra 0.3 °C e 0.6 °C. I nuovi dati, ricavati dall’analisi dei carotaggi eseguiti sui ghiacci polari, evidenziano come l’incremento delle temperature degli ultimi 100 anni sia stato il più repentino degli ultimi 10000 anni. Studi dell’IPCC (Comitato Intergovernativo sui Cambiamenti Climatici delle Nazioni Unite), inoltre, hanno verificato come i mari, il cui livello è salito in media di 20 cm, hanno visto aumentare le loro temperature: l’Oceano Indiano, come anche molte zone del Pacifico, hanno subito, negli ultimi 20 anni, un riscaldamento di 0.3 °C. Incremento registrato anche nelle profondità marine, fino a -800 m.
Anche il ciclo idrologico ha subito un evidente cambiamento. Negli ultimi 15 anni il manto nevoso dell’emisfero settentrionale è sceso notevolmente al di sotto della media e il suo scioglimento primaverile anticipa di anno in anno la sua venuta (fenomeno che in Canada e California ha già causato inondazioni).
In molti paesi nordici, laghi e fiumi congelano, in media, con 2 settimane di ritardo sciogliendosi, poi, anticipatamente. Anche le Alpi, con le sue nevi perenni, hanno visto notevolmente ridursi i ghiacci.
Ma parliamo dell’atmosfera. Dal 1950 le aree oceaniche sono diventate più nuvolose, fenomeno rilevato anche ai tropici dove il tasso di umidità è via via aumentato.
E se in queste zone è aumentata la frequenza dei temporali, al contrario, su una vasta area delle regioni tropicali e sub tropicali (dall’Africa all’Indonesia), le piogge sono diminuite sin dagli anni ’60. A partire dal 1989, l’espansione di correnti superficiali calde dall’oceano Pacifico meridionale (fenomeno identificato come “El Niño”) ha assunto manifestazioni sempre più evidenti.
Insomma, è evidente come il clima sta mutando con manifestazioni sempre più estreme. Il problema non va sottovalutato. Ne va della nostra sopravvivenza.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy