• Google+
  • Commenta
29 marzo 2006

Il “Superclasico”: Boca Juniors Vs River Plate

Buenos Aires – Domenica 26 marzo si è giocato il
cosiddetto “Superclasico”, cioè il derby tra Boca
Juniors e River Plate. Due squadr
Buenos Aires – Domenica 26 marzo si è giocato il
cosiddetto “Superclasico”, cioè il derby tra Boca
Juniors e River Plate. Due squadre che hanno fatto la
storia del calcio mondiale, le cui maglie sono state
indossate da fior di campioni che con le loro giocate
hanno deliziato gli appassionati di questo sport anche
nel più remoto angolo del pianeta. Solo per citare
qualche nome, tra quelli che hanno calcato anche i
campi italiani, possiamo ricordare: Claudio Paul
Caniggia, Gabriel Omar Batistuta, Diego Armando
Maradona. E’ da sempre la partita più attesa nella
capitale argentina e spesso, purtroppo, incidenti tra
i tifosi delle due squadre hanno provocato anche
vittime. La squadra del Boca Juniors, è nata per opera
di italiani emigrati nella nazione sudamericana,
precisamente per mano di cinque giovani figli di
immigrati genovesi, nel quartiere della Boca (da cui
ovviamente deriva il nome): Esteban Baglietto, Alfredo
Scarpatti, Santiago Sana e i fratelli Juan e Teodoro
Farenga. Avendo reso questo doveroso omaggio ai cinque
fondatori è possibile intuire il perchè il soprannome
del Boca e della “sua” gente è: xeneizes. Rivale
storica del Boca, è il River Plate, soprannominati i
“millonarios” e il cui nome deriva da un episodio
accaduto alla nascita del club: uno dei fondatori del
club, durante le opere di costruzione del molo numero
3, vide alcuni marinai inglesi che nelle pause
giocavano a calcio vicino a giganteschi cassoni (di
cui si ignora il contenuto). Su questi cassoni c’era
scritto “The River Plate”.
Come in ogni partita di cartello “la Bombonera”,
questo il nome non ufficiale dello stadio Camilo
Cichero, la tana del Boca, era affollatissimo.
L’incontro è stato maschio e combattuto, i giocatori
si sono affrontati con durezza, prova ne sono le tre
espulsioni comminate dal direttore di gara, due nei
confronti di giocatori del Boca: il portiere
Abbondanzieri e il difensore Juan Krupoviesa mentre
per il River è stato costretto a rientrare anzitempo
negli spogliatoi il difensore Tula. cartellino giallo
per Gago del Boca e per Caceres, Gerlo e Lux del
River.
A passare in vantaggio al 39′ del primo tempo sono
stati i “millonarios” con una rete di Ernesto Farias.
Il pareggio è stato opera del bomber “xeneize” Martin
Palermo, su calcio di rigore, allo scadere del secondo
tempo. Un 1-1 che accontenta e allo stesso tempo
scontenta le due squadre, divise da un solo punto in
classifica. Per il Boca, visto l’andamento della gara,
questo risultato può esser visto come una vittoria,
mentre il River ha confermato di essere una squadra
quadrata e concreta che ha tenuto in mano il gioco per
buona parte della partita. Il derby numero 178, si
chiude così, lasciando un pò di amaro in bocca agli
osservatori neutrali, agli amanti del calcio, che
vorrebbero partite spettacolari con piogge di gol, ma
per rifarsi gli occhi saranno costretti ad aspettare
il “Superclasico” numero 179.

Google+
© Riproduzione Riservata